Alexa è diventata un gadget indispensabile in casa, ma di quanto fa aumentare la bolletta elettrica?

Quanto consuma Alexa? Una domanda che, siamo sicuri, vi sarete posti almeno una volta da quando l’avete acquistata. Tuttalpiù in quest’ultimo periodo, dove i rincari delle bollette stanno mettendo sotto torchio l’Europa e, in generale, destano preoccupazione in vista dei prossimi mesi.

Quanto consuma in bolletta Alexa?
Quanto consuma in bolletta Alexa?

Potremmo definirlo un dispositivo irrinunciabile. Al pari di smartphone, televisione, computer… parliamo dei cosiddetti hub di gestione della nostra abitazione smart. In altre parole, dispositivi che fanno dell’Intelligenza Artificiale e della comunicazione uomo-macchina il loro punto di forza. Alexa, Google Assistant, Siri… piccoli gadget sempre connessi alla corrente e, per certi versi, in ascolto rispetto a ciò che diciamo, facciamo e così via. Ma, bollette alla mano, qual è il loro peso specifico nella spesa mensile per l’elettricità?

Insomma: quanto mi costa Alexa in bolletta? Come detto in apertura, si tratta di dispositivi che, bene o male, si stanno diffondendo a macchia d’olio in numerosissime abitazioni del nostro paese e non solo. Con una smart home sempre più integrata ed efficiente, nonché i prezzi dei gadget, tra cui questi hub, sempre più irrisori, sono molteplici le famiglie che si stanno adottando di un assistente vocale per gestire i propri automatismi o semplici a cui chiedere consigli culinari.

Alexa: quanto consuma e costa in bolletta?

Quanto consuma in bolletta Alexa?
Quanto consuma in bolletta Alexa?

Partiamo subito con il fornivi una brutta notizia: questi gadget consumano. E su questo non c’erano grossi dubbi. La connessione alla corrente elettrica, nonché alla WiFi di casa, ed il loro orecchio sempre diretto verso la nostra bocca, incidono sui costi della bolletta dai 10 ai 15 euro annui. Non una cifra spaventosa (ragionando per mesi siamo intorno agli 0,80 centesimi-1,25 mensili), ma quanto basta per porsi il quesito.

Di seguito vi elenchiamo le differenze tra i diversi dispositivi Alexa presenti sul mercato, con la differenza in termini di consumo tra stand-by e funzione normale. Per quanto riguarda lo stand-by, i consumi sono i seguenti:

  • Echo di prima generazione: 2,95 Watt;
  • Echo Plus: 2,95 Watt;
  • Eho Spot o Echo Show: tra 1,9 e 2,25 Watt, a seconda della luminosità dello schermo impostata.
  • Echo di seconda generazione: 1,95 Watt;
  • Echo Dot: 1,75 Watt;

Mentre per quanto riguarda il funzionamento normale:

  • Echo Plus: 3,65 Watt;
  • Echo di prima generazione: 3,25 Watt;
  • Eho Spot o Echo Show: 2,9 Watt, impostando la luminosità al minimo.
  • Echo di seconda generazione: 2,9 Watt;
  • Echo Dot: 2,25 Watt;