Call of Duty e Warzone rinviati, data lontana: l’ultima volta nel 2005

Call of Duty Modern Warfare 2 e Warzone 2 sono stati rinviati, il 2022 non avrà nessun gioco di COD. Non succedeva da 17 anni.

Quella di Call of Duty è certamente una delle più importanti saghe videoludiche della storia e per questo motivo ogni notizia che riguarda il franchise è importante per milioni e milioni di persone. In questo senso l’acquisto su cui sta lavorando Xbox per annettere Activision-Blizzard nel proprio portafoglio titolo non può che essere incredibilmente importante per la storia del medium videoludico e di tutta l’industria del gaming.

Call of Duty MW 2 e Warzone 2 rinviati al 2023, non succedeva da 17 anni
Call of Duty MW 2 e Warzone 2 rinviati al 2023, non succedeva da 17 anni

CoD è il gioco più giocato del 2021 e da anni detta legge per quanto concerne gli FPS. Ogni anno, dal lontano 2005, c’è stato un Call of Duty pronto a conquistare il mercato appena prima di Natale, che tutti passavano a spararsi addosso. Ebbene pare che per il 2022 ci sarà un cambimento storico.

Activision decide, 2023 senza CoD

Secondo quanto riportato da Bloomberg nel 2023 non ci sarà nessun Call of Duty. La decisione non dovrebbe colpire quindi CoD MW2 e Warzone 2, ma i prossimi capitoli della saga di Activision.

Tweet Jason Schreier
Tweet Jason Schreier

Ebbene secondo quanto riportato da Bloomberg per la prima volta, dal 2005, l’anno prossimo non ci saranno nuovi capitolo di CoD. Activision ha deciso di fermare l’uscita annuale per il 2022 e lanciare i prossimi prodotti direttamente nel 2024. Non è chiaro in quale parte dell’anno, ma pare proprio che per un bel po’ i giocatori dovranno farsi bastare Vanguard e Warzone, per il quale ci aspettiamo a questo punto grandi aggiornamenti in arrivo.

Se la notizia fosse confermata, Treyarch avrebbe molto tempo per lavorare al prossimo CoD e magari creare davvero un’esperienza che possa essere innovativa e molto più ripulita e divertente per spostare il mondo degli FPS verso una nuova era.