Call of Duty, Playstation rifiuta offerta di Xbox: “Inaccettabile su tutti i livelli”

Call of Duty sta causando molte più di tensioni di quanto si pensasse, con Playstation e Xbox che sono ad un punto morto.

Call of Duty è semplicemente uno dei giochi più importanti del mondo, con milioni e milioni di videogiocatori. Anzi, i numeri parlano chiaro: COD è l’IP più famosa e giocata del pianeta. La saga si è evoluta e in qualche modo ha scandito in maniera netta la storia stessa del gaming. E dal momento esatto in cui Xbox ha annunciato di star lavorando per assorbire Activision-Blizzard, tutti hanno pensato soprattutto al futuro di Call of Duty.

Call of Duty, Playstation rifiuta offerta di Xbox: "Inaccettabile su tutti i livelli"
Call of Duty, Playstation rifiuta offerta di Xbox: “Inaccettabile su tutti i livelli”

Perché vedere il gioco più famoso del pianeta trasformarsi in un’esclusiva è certamente una cosa particolare, e non è di certo una cosa bella. Anche per questo motivo diversi organi internazionali stanno indagando sull’acquisizione, per meglio comprendere se l’affare tra Xbox e Activision-Blizzard, una volta concluso, finirebbe col creare un monopolio nel mondo videoludico. Anche per questo Phil Spencer, CEO di Xbox, ha fatto delle dichiarazioni molto importanti in settimana.

Playstation rifiuta l’offerta di Xbox

Il numero uno egli Xbox Game Studio, infatti, ha dichiarato che l’obiettivo del Game Pass e dell’intera offerta di Microsoft non è togliere i giochi alle persone, ma fare di tutto per avere un ambiente aperto, senza limitazioni. E per questo, ha dichiarato, ha anche fatto una proposta a Playstation per garantire ancora per anni la presenza di Call of Duty su PS4 e PS5. Sembrava che le cose potessero concludersi con un lieto fine, ma ora la situazione è cambiata.

Playstation e Xbox pad
Playstation e Xbox pad

Il CEO di Playstation, Jim Ryan, ha risposto alle dichiarazioni di Phil Spencer e il tono è tutt’altro che amichevole. “Microsoft ha offerto che Call of Duty rimanga su PlayStation solo per tre anni dopo la fine dell’attuale accordo tra Activision e Sony”, ha affermato ai microfoni di Gamesindusty.biz Ryan. “Dopo quasi 20 anni di Call of Duty su PlayStation, la loro proposta era inadeguata a molti livelli e non teneva conto dell’impatto sui nostri giocatori”. L’obiettivo di Playstation è “garantire che i giocatori PlayStation continuino ad avere un’esperienza di Call of Duty di altissima qualità, e la proposta di Microsoft mina questo principio“. Non resta che attendere come si evolverà la situazione, si rischia davvero di vedere COD come esclusiva Xbox.