Controller per giocare nella Tesla? Ecco quali e come utilizzarli

Elon Musk è stato uno dei primi a comprendere la crescita a dismisura del mondo del gaming, sempre più affollato, ampliato, e presente in altri segmenti di mercato.

Il numero uno di Tesla ha deciso così di fornire nuovi controller per giocare in quelle vetture sempre più status symbol, auto elettriche che devono il loro nome all’ormai celeberrimo inventore Nikola Tesla. Appunto.

Tesla controller - Videogiochi.com 20230103
Tesla controller – Videogiochi.com

La svolta arriva quando meno te lo aspetti. A breve, infatti, Google Stadia, quella piattaforma di cloud gaming sviluppata da Big G grazie alla quale almeno per un triennio è possibile giocare in streaming su vari dispositivi, smetterà di funzionare. Ma i suoi controller sono tuttavia utilizzabili nelle vetture elettriche di Elon Musk.

Semplici operazioni per l’utilizzo del gamepad dell’ei fu Stadia

Stadia chiuderà al termine di questo mese. Google ha già fatto sapere che verranno concessi rimborsi a tutti coloro che hanno acquistato tutto l’hardware Stadia, incluso il controller, purché lo abbiano acquistato dal Google Store. Ma c’è una valida alternativa al rimborso. Gli utenti del subreddit Stadia, infatti, hanno chiesto a Google di rendere open source il firmware per il controller Stadia in modo che funzioni su PC e console anche dopo che la sua piattaforma verrà chiuso. Ma come?

Stadia - Videogiochi.com 20230103
Stadia – Videogiochi.com

Innanzitutto bisogna scaricare Python 3 (versione 1.2.0). PPer eseguire il server, basta scaricare il file zip preinstallato ed eseguire server.exe. Clic col tasto destro del mouse sull’icona nella barra delle applicazioni e vedrai il sito Web a cui devi accedere, in questo caso Gamepad Tester. Una volta fatto questo, apri Gamepad Tester sul tuo telefono, collega il controller Stadia e rimappa i pulsanti per imitare il controller della tua console preferita, come Xbox Series X/S o PS5. Se configurato correttamente, il trucco ti consentirà di connettere il controller a un dispositivo tramite Wi-Fi. Dovrai essere collegato a un telefono per farlo, quindi non è completamente wireless, ma è una soluzione alternativa per chiunque non voglia far passare un cavo fino a un dispositivo su un centro di intrattenimento.

Sulle vetture tanto care a Elon Musk, invece, collegandolo con un cavo (che può essere USB di tipo A o C in base al periodo di fabbricazione) adatto alla Tesla, questo emetterà una vibrazione, e la luce di accensione passa immediatamente al colore bianco fisso. Provando con un gioco qualsiasi sembra funzionare tutto correttamente, anche le leve analogiche e i trigger posteriori. Se non vi piace questa alternativa, c’è sempre il rimborso promesso da Google.