Independent Games festival: Ecco i finalisti dell’edizione 2021

Sono stati ufficialmente resi noti dalla Games Developers Conference, o GDC, i nomi dei titoli finalisti alla ventitreesima edizione dello Independent Games Festival: l’evento celebra ogni anno il meglio dei produttori di giochi indipendenti.

Independent Games festival: Ecco i finalisti dell'edizione 2021
Independent Games festival: Ecco i finalisti dell’edizione 2021 (foto: youtube)

Quest’anno la Game Developers Conference e di conseguenza anche lo Independent Games Festival si svolgeranno online dal 19 luglio e fino al 23 luglio. Quest’anno il favorito in diverse categorie è Genesis Noir, la creatura di Feral Cat Den.

Ci sono diverse categorie, un po’ come succede per gli Oscar, quindi i giochi verranno esaminati e premiati non soltanto dal punto di vista estetico e tecnico ma anche a seconda della loro potenza espressiva. Ci sarà poi spazio per i giochi creati dai più giovani.

Independent Games festival: tutti i finalisti

Independent Games festival: Ecco i finalisti dell'edizione 2021
Independent Games festival: Ecco i finalisti dell’edizione 2021 (foto: youtube)

Come vi abbiamo accennato molto gettonato quest’anno sembra essere Genesis Noir, il titolo adventure molto stiloso creato da Feral Cat Dan. Il gioco porta a esplorare i misteri del Big Bang e a cercare un modo per distruggerlo.

In totale Genesis Noir porta a casa 4 nomination nelle categorie: excellence in audio, excellence in narrative, excellent in visual art alart ed è entrato anche nella categoria Seumas McNally Grand Prize. Il Grand Prize è ovviamente il premio più ambito di tutti li IGF.

Leggi anche -> Nick Kamen è morto: il modello divenuto popstar grazie a Madonna

Veniamo ora alle diverse categorie con i nomi dei finalisti.

Nella sezione Seumas McNally Grand Prize troviamo:

  • Paradise Killer di Kaizen Game Works;
  • Teardown di Tuxedo Labs;
  • Chicory: A Colorful Tale di The Chicory Team;
  • Spiritfarer di Thunder Lotus;
  • Umurangi Generation di Origame Digital.

Veniamo ora alle sezioni tecniche: audio, aspetto narrativo e visual art:

Nella sezione Excellence in Audio troviamo:

  • Say No! More di Studio Fizbin;
  • Blind Drive di Lo-Fi People;
  • Sunlight di Krillbite Studio;
  • Genesis Noir di Feral Cat Den;
  • Spiritfarer di Thunder Lotus;
  • A Monster’s Expedition (Through Puzzling Exhibitions) di Draknek & Friends;

Nella sezione Excellence in Design concorrono:

  • Teardown di Tuxedo Labs;
  • Disc Room di Kitty Calis, Jan Willem Nijman, Terri Vellmann, Doseone;
  • Shady Part of Me di Douze Dixièmes;
  • There Is No Game: Wrong Dimension di Draw Me A Pixel;
  • Signs of the Sojourner di Echodog Games;
  • A Monster’s Expedition (Through Puzzling Exhibitions) di Draknek & Friends.

Nella sezione Excellence in Narrative troviamo:

  • Lost Words: Beyond the Page di Sketchbook Games;
  • Across the Grooves di Nova-box;
  • Genesis Noir di Feral Cat Den;
  • Umurangi Generation di Origame Digital;
  • Haven di The Game Bakers;
  • In Other Waters di Jump Over the Age.

Ultima sezione tecnica: Excellence in Visual Art:

  • Genesis Noir di Feral Cat Den;
  • Arrog di Hermanos Magia and Leap Game Studios;
  • In Other Waters di Jump Over the Age;
  • Shady Part of Me di Douze Dixièmes;
  • Call of the Sea di Out of the Blue;
  • Carto di Sunhead Games.

C’è posto anche per i giochi degli studenti degli istituti che preparano gli sviluppatori di domani. Tra i Best Student Game se la vedono quindi:

  • Vessels di Local Space Survey Corps, LLC;
  • Dorfromantik di Toukana Interactive;
  • Some Old Stuff realizzato da Hao Fan, Harry (Weizhong) Chen, Haku (Minyan Cai), Emi Schaufeld);
  • Rainy Season  di Inasa Fujio;
  • SYMPHONIA  prodotto da Guillaume Roux, Nicolas Derio, Pierre Vrel, Guillaume Gille, Alexis Grand, Simon Larguier, Martin Lepretre, Corentin Pauvrasseau, Kilian Dufour, Alexandre Mansois, Quentin Vernet, Hicham Benrhannou, Olivier Esman;
  • Hadr di Dominik Konečný dell’Ateliér Duchů.

Ultima categoria è la Nuovo Award:

  • Blaseball di The Game Band;
  • Nightmare Temptation Academy di Lena NW & Costcodreamgurl;
  • THAT NIGHT, STEEPED BY BLOOD RIVER di Taylor Swietanski;
  • Airplane Mode di Bacronym;
  • Welcome to Elk di Triple Topping;
  • Umurangi Generation di Origame Digital;
  • Chasing Light di Vittgen Inc.;
  • Kristallijn di Gaël Bourhis.

La premiazione si svolgerà tutta online ovviamente. Avete giocato a qualcuno dei titoli che concorrono quest’anno? Avete i vostri preferiti che non sono stati inseriti?

Leggi anche -> FIFA 21, caso di dipendenza dalle loot box di un ragazzo? La polemica

LINK UTILI

Independent Games festival: Ecco i finalisti dell'edizione 2021
Independent Games festival: Ecco i finalisti dell’edizione 2021 (foto: youtube)