Keiichiro Toyama parla dei progetti futuri di Bokeh Game Studio

A fine 2020 Keiichiro Toyama aveva lasciato Sony per fondare un nuovo studio insieme a Kazunobu Sato e Junya Okura. Mettendo insieme i pezzi e i curricula dei tre giganti non era difficile immaginare che il nuovo Bokeh Studio si sarebbe messo al lavoro su un titolo horror.

Toyama-san è stato director di Silent Hill, Sato-san ha lavorato come lead designer su Puppeteer e Okura-san ha già collaborato con Toyama-san su Gravity Rush. Ora è proprio l’ex director di Silent Hill a parlare dei piani futuri del loro nuovo studio.

Leggi anche –> Project CARS 3 disponibile ad un super prezzo su Amazon

Bokeh Game Studio: c’è un horror all’orizzonte

Keiichiro Toyama parla dei progetti futuri di Bokeh Game Studio
Keiichiro Toyama parla dei progetti futuri di Bokeh Game Studio (foto: Youtube)

Nell’intervista, Toyama-san parla di un titolo horror ma che sarà realizzato con “il suo stile” ispirato in parte ai “giochi mortali” che sono diventati un tema all’interno della produzione animata giapponese. “(i protagonisti di queste opere) sono messi in situazioni irrazionali. Sono sempre spinti al limite emotivamente, mentre devono gestire momenti movimentati o drammatici,” ed è questo che intriga maggiormente il developer.

E parlando poi proprio del gioco su cui stanno lavorando, Keiichiro Toyama ha spiegato che vuole che “il giocatore si senta entusiasta quando gioca.” E uno penserebbe che deve avere un senso strano per lui la parola entusiasmo visto quello che c’è in Silent Hill.

Ma, descrivendo quello che per lui è l’horror, Toyama-san è chiaro “La visione che ho dell’horror è la vita di tutti i giorni che viene scossa. Piuttosto che mostrare cose paurose, dovrebbe mettere in discussione la nostra posizione, farci riflettere sul fatto se stiamo davvero vivendo in pace.

Se in questa idea di una vita pacifica ci sia o meno il rapporto con l’ultraterreno, che sarebbe in linea con la più classica tradizione dell’horror giapponese, non è dato sapere. Nel corso del video, Toyama-san parla anche molto di sè stesso e, tra le altre cose, della sua passione per la fotografia che “ha aiutato molto lo studio a trovare una location per il gioco.” Dobbiamo allora aspettarci un gioco ambientato in Giappone?

Leggi anche –> In arrivo un nuovo titolo di Star Wars a tema The Mandalorian?

Sia quel che sia, il ritorno di Keiichiro Toyama all’horror è per tutti un ritorno alle origini della PS1 quando il suo Silent Hill fece la storia del genere.

A fondo pagina vi linkiamo il video in cui Toyama-san parla a ruota. Se non conoscete il giapponese, tranquilli, ci sono i sottotitoli in inglese. Ganbatte!

LINK UTILI

libera.https://youtu.be/Muv6DA8_gL4