Kirby: Triple Deluxe - la recensione

Finalmente la pallina rosa più famosa dell’industria videoludica arriva sull’ultima console portatile di casa Nintendo con un platform nuovo di zecca. Anche stavolta, il piccolo Kirby dovrà fare fronte a numerose avversità per riportare la pace a Dream Land in un’avventura tutta da vivere in tre dimensioni.
Triple Deluxe è un classico platform a scorrimento laterale, in cui il nostro eroe dovrà fare ricorso alla sua ben nota capacità di ingoiare i nemici e assorbirne i poteri per recuperare le Pietre del Sole e superare le numerose insidie che ostacolano il suo cammino.
Kirby 9
Per la gioia degli appassionati, fanno ritorno molte delle abilità peculiari del tondeggiante eroe, affiancate da alcuni nuovi poteri. Non mancherà il Kirby armato di spada, o quello dotato di fiato infuocato o ancora quello capace di emanare scariche elettriche. Potrete divertirvi, inoltre, a far diventare il roseo protagonista una sorta di arma di distruzione di massa in miniatura grazie al potenziamento Ipernova, il più notevole di tutti. Per mezzo di questo particolare power-up le abilità basilari di Kirby vengono amplificate in modo tale da renderlo capace di inghiottire oggetti di grandi dimensioni, con cui sarebbe altrimenti impossibile interagire.
La varietà di poteri contribuisce a creare un’azione multiforme e dinamica, sebbene purtroppo questi potenziamenti quasi mai vengano sfruttati a dovere. Salvo alcuni (rari) casi, non ci sono motivi particolari per scegliere un’abilità al posto di un’altra, tutto è lasciato alla semplice preferenza personale. Sarebbe stato molto più interessante se fosse stata data al giocatore la possibilità di creare una strategia nei combattimenti, rendendo ogni potere adatto a un particolare tipo di situazione o a un particolare tipo di nemico. Un esempio chiave: solitamente, prima di un boss, il giocatore sceglie il power-up da utilizzare durante lo scontro. Una pratica del tutto inutile se si considera che nessuna delle abilità speciali regala un reale vantaggio al giocatore, il quale può Kirby 7
Sempre per quanto riguarda le novità introdotte da Triple Deluxe, troviamo alcune nuove meccaniche che sfruttano le caratteristiche della portatile Nintendo. Il nostro Kirby è in grado di muoversi sia sul piano principale sia su un livello posto sullo sfondo, raggiungibile grazie ad appositi meccanismi di teletrasporto disseminati nei livelli. Inoltre, il movimento dei nemici e delle trappole spesso avviene in profondità, cercando di sfruttare l’effetto 3D della console. In alcuni punti dell’avventura, oltretutto, è necessario inclinare il 3DS per risolvere alcuni particolari rompicapi. Non si tratta di feature esaltanti ma, se non altro, contribuiscono a creare una certa varietà di situazioni senza, però, diventare troppo invadenti.
Kirby 7
A questo punto è necessario parlare di un altro elemento fondamentale di Kirby: Triple Deluxe: gli oggetti nascosti nei vari livelli, tra cui spiccano le cosiddette Pietre del Sole. Queste ricordano nella loro funzione le Stelle di Super Mario, in quanto è necessario raccoglierne un certo numero per sbloccare i boss di fine livello o per avere accesso agli stage segreti. Oltre alle Pietre del Sole, un altro elemento degno di nota sono i portachiavi:  si tratta di piccoli oggetti sui quali sono ritratti i vari protagonisti delle passate avventure di Kirby che possono essere scambiati via streetpass con gli altri giocatori. Non sono necessari per proseguire nel gioco, ma sono un incentivo in più a esplorare o rivisitare i livelli.
A tenere alta la longevità del titolo, oltre alla modalità avventura, ci sono anche varie modalità aggiuntive e mini giochi. Alcuni di questi extra sono disponibili sin da subito, come il cosiddetto Duello Kirby o il mini gioco A Ritmo con Dedede; il primo è una sorta di modalità battaglia in cui è possibile sfidare altri tre amici in pieno stile Smash Bros, mentre A Ritmo con Dedede, come il nome lascia presagire, è un mini game di tipo musicale in cui bisogna saltare su dei tamburi a tempo di musica, cercando di fare più punti possibili.
Kirby 6
In conclusione, Kirby: Triple Deluxe si presenta come un buon platform, i cui difetti principali sono un grado di difficoltà decisamente tarato verso il basso e un ritmo abbastanza lento. Non è un gioco adatto a chi cerca un’azione frenetica o un alto livello di sfida ma potrebbe rivelarsi un’ottima scelta per i giocatori meno smaliziati o per chi vuole staccare la spina da titoli più complessi e impegnativi.

PRO

Graficamente gradevole

Ideale per un momento di relax videoludico

Buon numero di extra e minigiochi

CON

Potenziamenti non sfruttati al meglio

Decisamente troppo facile

Sempre il solito vecchio Kirby

7

Leave a reply