Nuova truffa su FUT, servizi segreti sequestrano FIFA 21

Truffa su FIFA con FUT che ancora una volta fa parlare di sé per l’enorme giro di illegalità che vive nella sua ombra. 

FIFA 21 FUT
FIFA 21 FUT

La criminalità riesce a mettere piede in ogni mercato mondiale esistente. Sostanze stupefacenti e armi sono solo un piccola parte dei giri di affari che i criminali di tutto il mondo gestiscono e proteggono, e per cui si fanno la guerra. E purtroppo questo cancro della società sta colpendo sempre più nettamente anche il mondo dei videogiochi, che sono nel momento di massimo splendore in termini di utenza e giro d’affari.

Esempi di criminalità nell’industria videoludica sono la pirateria e l’hacking, che rovinano economicamente singoli videogiocatori ma anche intere compagnie. Si pensi a quanto accaduto con CDPR oppure EA, con dei criminali che hanno rubato codici sorgente rispettivamente di The Witcher, Cyberpunk 2077 e del motore Frostbite. Solo per rimetterli in vendita.

Ma quello di cui parliamo oggi è successo in Ucraina.

Come vi abbiamo riportato, nelle scorse settimane in Ucraina c’è stato un maxi-sequestro in un intero fabbricato illegale. Sono state trovate, tra le altre cose come schede grafiche e componenti rubati, anche 3800 PS4. All’inizio si pensava che venissero usate per il mining, ma si è scoperto qualcosa di ancora più grave e pericoloso. E c’entra FIFA 21.

Truffa FUT FIFA 21, maxi-sequestro

Inutile dire che anche FIFA 21 sia stato un successo planetario, con milioni e milioni di copie vendute. E molti giocatori non vedono l’ora dell’uscita del 22. Uno dei business più redditizi per EA è senza dubbio il FUT, che ogni anno muove milioni di persone e soprattutto centinaia e centinaia di milioni di dollari direttamente nelle casse della compagnia canadese.

Un account con tantissimi FIFA Points e una squadra di primo livello è il sogno proibito di ogni videogiocatore del titolo. E in molti farebbero follie per poter avere un account del genere, anche pagare dei criminali.

Le PS4 trovate nella fattoria di mining non erano usate per le cripto valute, ma vengiano utilizzate come piattaforme per vendere account, FIFA Points e giocatori. E infatti, riprota Eurogames, al loro interno hanno ritrovato dischetti di FIFA 21. Nel comunicato ufficiale dei servizi segreti ucraini è stato comunicato che sono indagini in corso.

Leggi anche —> Fortnite ha una strana funzione per i giocatori deceduti

Leggi anche –> Videogiochi Netflix in arrivo, “saccheggiata” EA: è guerra a PS5 

La polizia ucraina non ha né smentito né confermato l’ipotesi. Con il tempo avremo delle risposte ufficiali.