Report finanziario Playstation, il futuro è chiaro e potrebbe non piacervi

Playstation ha appena rilasciato un report ufficiale sull’anno fiscale 2021 per quanto concerne PS4. E conferma alcuni timori dei videogiocatori.

Ormai l’industria videoludica è sempre più grande, sempre più titanica e per questo sempre più vicina alle strategie commerciali e di impresa tipiche degli altri settori. La passione e l’amore ci sono, soprattutto nel cuore e nelle mani degli sviluppatori che ai titoli ci lavorano per ore e ore. Leggermente meno ai piani alti, dove è fondamentale portare profitti e previsioni di profitti ancora maggiori. E il report Playstation dell’anno fiscale 2021 per PS4 può far preoccupare più di qualche appassionato al mondo videoludico.

Report finanziario Playstation, il futuro è chiaro e potrebbe non piacervi

Come si vede nel report infatti, che trovate qui per intero, nell’anno fiscale 2021 è stata fondamentale per PS4 la presenza di giochi free-to-play all’interno del proprio store. In particolare la compagnia ne individua 5 come i principali responsabili del 25% delle entrate totali di PS4: Fortnite, Genshin Impact, Call of Duty Warzone, Apex Legends e Rocket League. Con i loro acquisti in-game, tra skin, armi e accessori vari, questi 5 giochi gratis hanno permesso a Sony di guadagnare una fortuna.

Futuro Playstation, alla ricerca del nuovo Fortnite

Non solo, esaminando la domanda di PS5 Paese per Paese, Playstation ha notato quella che definisce “Domanda senza precedenti” che proviene dalla Cina. Il Paese, infatti, che era 11° per quanto concerne le PS4 attive, ora è addirittura 5° per le PS5 attive. E Sony certamente farà il massimo per prestare molte più attenzione a quello che è il mercato più remunerativo esistente, o forse il secondo dopo gli USA.

Grafico Free-to-Play per Playstation

Che conclusioni trarre da tutto questo, non essendo parte della dirigenza dell’azienda ma soltanto videogiocatori appassionati? Che il futuro sarà sempre di più caratterizzato da free-to-play con quante più skin, accessori e ninnoli possibili in vendita sul PS Store. Playstation lo aveva già annunciato, affermando che volesse lavorare ad una serie di game as a service. Ebbene i numeri, purtroppo, le danno ragione. Finanziariamente è lecito aspettarsi che nel prossimo decennio tanti altri titoli simili a Fortnite verranno lanciati su PS5 e su PS6.

Con i videogiocatori cinesi che sembrano molto più interessati alle console Playstation rispetto al passato, ed avendo già la percezione dei game as a service come una realtà consolidata e apprezzata, ecco che si tratta soltanto di fare 1+1. Chiaramente questo non significa che Playstation abbandonerà i suoi tripla-A con una forte componente narrativa e single-player, ma è giusto che tutti i videogiocatori lo sappiano: con i giochi gratis si guadagna di più. 

PS5 e la domanda cinese