Resogun

Gli umani hanno un piacere innato nel distruggere le cose. Sotto questo punto di vista, Resogun è un vero capolavoro d’arte concettuale. Vedere esplodere le navicelle in milioni di particelle equivale a provare piacere fisico. Schizofrenico, esagerato e sopra le righe, Resogun sfrutta al massimo le potenzialità di PlayStation 4 per generare un virtuosismo tecnologico senza confronti. Ma, dietro le apparenze, c’è anche molta sostanza.

A differenza di tanti altri shoot’em up, qui non dovrete soltanto sparare.

Il gioco appartiene al genere dei cosiddetti “twin-stick shooter”. Questo vuol dire che con un analogico dovrete controllare la navicella, mentre con l’altro dovrete decidere la traiettoria dei colpi, limitata a sinistra o a destra. La particolarità del gioco è che non si tratta di un classico sparatutto a scorrimento, ma i livelli sono in realtà delle strutture circolari che potrete navigare avanti e indietro. La scelta può sembrare apparentemente un po’ strana, ma riesce a innovare la formula del genere e a dare vita a situazioni di gameplay sempre fresche e interessanti. Il fatto che l’arena sia circolare permette di vedere i nemici ancora prima di affrontarli, il che vi permetterà di prepararvi con tutta calma (si fa per dire, ovviamente)e scegliere quali armi adoperare.
resogun
A differenza di tanti altri shoot’em up, qui non dovrete soltanto sparare. Ad aggiungere un ulteriore elemento di innovazione ci pensano infatti una serie di omini verdi, intrappolati all’interno di capsule di vetro. Durante la partita queste capsule potranno esplodere, costringendovi a correre in soccorso dei loro abitanti. Una volta recuperati, dovrete riportarli in appositi portali di sicurezza, che appariranno saltuariamente lungo il livello. Oltre agli stick, con gli altri tasti potrete attivare i poteri extra della navicella, che vi torneranno utili per abbattere le torme di nemici. Innanzitutto, avrete a disposizione un boost, che provoca anche dei danni contro dei nemici, e che si rivelerà indispensabile in tutti i casi in cui vi troverete sopraffatti dal numero di avversari.

Il titolo vi mette a disposizione tre diversi veicoli con cui portare la distruzione, ognuno con diverse caratteristiche: uno è veloce ma debole, l’altro l’esatto contrario e infine c’è un modello bilanciato.

Poi c’è l’overdrive, che permette di sparare un potentissimo raggio d’energia contro i nemici. La bomba invece genererà una gigantesca ondata intorno a voi, che spazzerà via tutti gli avversari che avevano la sfortuna di trovarsi in traiettoria. Infine, c’è la possibilità di lanciare un omino verde, che potrebbe tornarvi utile nel caso vogliate allontanarlo dai nemici.
Gli stage sono tutti molto simili tra di loro, ma questo non vuol dire che il loro aspetto non sia fenomenale. Lo schermo diventerà un tripudio di nemici, laser e palle di fuoco, sottolineato da una musica dal ritmo serrato, perfetta per sottolineare un gioco dove il livello dell’adrenalina non accenna mai a fermarsi. In Resogun chi si ferma è perduto. Il gioco vi costringe a muovervi continuamente, per esempio con dei moltiplicatori del punteggio che si resetteranno se non uccidete i nemici abbastanza in fretta.
resogun_3

La bomba genererà una gigantesca ondata intorno a voi, che spazzerà via tutti gli avversari che avevano la sfortuna di trovarsi in traiettoria.

Il titolo vi mette a disposizione tre diversi veicoli con cui portare la distruzione, ognuno con diverse caratteristiche: uno è veloce ma debole, l’altro l’esatto contrario e infine c’è un modello bilanciato. Chiaramente, si tratta di un tipo di gioco rivolto a un pubblico che ama la sfida e fa del punteggio la sua ragione di via. La sua lunghezza è un po’ irrisoria, si parla di un’ora per finire le missioni a difficoltà normale e le missioni disponibili sono solo cinque, ma è chiaro che aumentare il vostro punteggio sarà la principale ragione per rigiocarlo più e più volte. E per chi cerca la sfida, quella vera, potete sempre selezionare il livello di difficoltà più alta. Esiste poi anche una modalità online co-op, che vi permetterà di mettere da parte la sfida e godervi il gusto di sparare freneticamente in compagnia di un vostro amico. Anche se non esistono meccaniche particolari per chi gioca in cooperativa, il divertimento consiste nello spartirvi le varie ondate di nemici e ad aiutarvi a vicenda nel tentativo di salvare gli omini verdi. In questa modalità i boss riceveranno anche un cospicuo aumento della loro energia, per cui preparatevi ad un livello di sfida ancora più elevato in questa modalità.
resogun_2
È chiaro che Resogun è un gioco rivolto a un tipo di giocatore molto particolare. Dimenticate tutti gli aiuti dei giochi moderni, in Resogun sarete soli contro le orde di nemici, con un solo obiettivo in mente: aumentare quel dannato punteggio. Se avete amato giochi come Ikaruga per Dreamcast, allora avete trovato pane per i vostri denti. Del resto, è così bello da vedere che anche i neofiti del genere dovrebbero provarlo. La curva d’apprendimento è molto ripida, ma la ricompensa è un’esperienza sensoriale e un appagamento con davvero pochi rivali.

PRO

Gameplay magnetico vecchia scuola

Grafica e stile psichedelico

Elementi innovativi della formula sparatutto

CON

Poco adatto ai neofiti del genere

Mancanza di un tutorial

Un po’ troppo breve

9

Leave a reply