Star Wars Battlefront: a tu per tu con la Beta - hands on

Nelle scorse settimane abbiamo avuto la fortuna di visitare gli uffici di DICE a Stoccolma, per provare in anteprima la Beta del nuovo Star Wars Battlefront. Si tratta del terzo attesissimo titolo della serie creata nel 2004 da Pandemic Studios e Lucas Arts. Un titolo che arriva a ben 10 anni di distanza dall'ultimo Battlefront. Anche se qui - è bene dirlo - non parliamo di sequel, bensì di un reboot. La Beta sarà disponibile per tutti a partire dall’8 di ottobre, quindi manca davvero pochissimo! Ma noi siamo riusciti a giocarla con un po' di anticipo e quindi possiamo anticiparvi quel che troverete. Partiamo dalle modalità: in tutto saranno tre nella Beta e rappresenteranno solo un piccolo assaggio delle tante che saranno invece disponibili al lancio del gioco. La prima modalità è Dropzone e nella Beta potrete giocarla sulla mappa Sullust. Si tratta di una modalità multiplayer 8 contro 8 con un singolo obiettivo, che in questo caso consisterà nel conquistare ad una ad una le varie capsule di salvataggio. Ciascuna di queste andrà prima attivata e poi difesa fino allo scadere del timer. Il team che per primo conquisterà 5 capsule vincerà la partita. In caso l'obiettivo non venisse raggiunto entro il tempo a disposizione ecco che compariranno più capsule contemporaneamente, per cercare di sbloccare rapidamente il risultato.
star_wars_battlefront_e3_screen_2___survival_mission_tatooine_wm

La Beta sarà disponibile per tutti a partire dall’8 di ottobre, quindi manca davvero pochissimo!

Il pianeta Sullust è di tipo vulcanico e quindi la mappa è costituita da formazioni rocciose laviche, miste a rottami di Tie Fighter. Un campo di battaglia ideale per uno scontro tra impero e ribelli. Per via degli ostacoli naturali non sarà sempre possibile combattere dalla distanza, anche se si potranno individuare dei corridoi in cui usare il fucile da cecchino. Come equipaggiamento tattico vi converrà quindi utilizzare il jetpack, con cui fuggire rapidamente da una situazione di pericolo, piombare all’improvviso sul nemico o portarvi in posizioni rialzate e quindi godere di un vantaggio tattico.

Parlando di equipaggiamento, per configurare il vostro soldato dovrete attingere alle cosiddette Star Cards. Ovvero delle carte in grado di conferirvi equipaggiamento o abilità specifiche. Le Star Cards si sbloccheranno con i crediti che guadagnerete giocando e potrete utilizzarne tre per ogni partita. Le carte non spariranno con l'uso, ma alcune di queste avranno un numero limitato di cariche utilizzabili. È così ad esempio per lo scudo personale. Finite le cariche dovrete acquistare delle ricariche, sempre utilizzando i crediti del gioco, altrimenti le carte diventeranno inutilizzabili. Continuando a giocare sbloccherete nuove carte e quindi nuove abilità ed equipaggiamenti, che miglioreranno il vostro livello di sopravvivenza.
star_wars_battlefront_e3_screen_1_force_push_wm

Giocando su Hoth dovrete fare i conti con una mappa enorme: una distesa di ghiaccio spezzata da trincee, in cui dovrete infilarvi appena possibile per trovare riparo dal fuoco nemico.

Nella Beta la scelta sarà però limitata. Ad esempio al già citato jet pack, tra l'altro utilissimo perché nel gioco potrete solo fare salti singoli e quindi la vostra mobilità sarà ridotta rispetto a quella a cui vi hanno abituato altri FPS recenti. Ricordate anche che in ogni momento della partita, alla pressione di un tasto, potrete passare dalla visuale in prima a quella in terza persona, questo un vero e proprio marchio di fabbrica di Battlefront. Starà a voi capire in quali casi potrebbe tornarvi utile giocare con una visuale piuttosto che con l’altra. Riguardo alle armi, tenete presente che trattandosi di armi a raggi non ci sarà una ricarica convenzionale. Con l’uso l’arma si surriscalderà e quando raggiungerà il suo limite smetterà di sparare fino a che non si sarà raffreddata completamente. Ecco allora che in questa fase potrete eseguire una manovra simile alla ricarica attiva di Gears of War. Premendo il tasto di ricarica quando l’indicatore si troverà all'interno della zona gialla la vostra arma si raffredderà istantaneamente. Armi diverse avranno chiaramente velocità differenti di surriscaldamento e raffreddamento.

Tornando a Dropzone: a conti fatti è una modalità piuttosto classica e delle tre è quella che ci ha entusiasmato di meno.
star_wars_battlefront_e3_screen_5_weapon_variety_wm
Passiamo alla seconda modalità presente nella Beta, ovvero Walker Assault. Questa è la modalità su cui passerete più tempo. E ci vorrà un po’ a padroneggiarla. È una modalità a 40 giocatori, 20 contro 20 su mappe di grandi dimensioni. Quella disponibile nella Beta ricrea la celebre battaglia sul pianeta ghiacciato di Hoth. Davvero molto spettacolare visivamente! A riconferma la bontà dell’engine Frostbite 3, su cui è basato il gioco, che insieme a un comparto audio di altissimo livello ricrea a schermo tutta la spettacolarità degli scontri visti al cinema. In questa modalità giocando come ribelli dovrete fermare l’avanzata dei gigantesci AT-AT dell’impero. Mentre giocando come forze imperiali invece dovrete difendere e favorire l’avanzata degli AT-AT. Se questi arriveranno a destinazione la partita sarà vinta dall’impero.

In questa mappa potrete veramente sbizzarrirvi, magari pilotando uno snowspeeder per cercare di fare lo "sgambetto" all’AT-AT proprio come nel film! Anche se vi assicuriamo che non sarà facile, perché potrete portare a termine la manovra solo quando gli AT-AT saranno resi vulnerabili dal bombardamento dei caccia alleati. Tanto che nei due giorni da noi passati a giocare Star Wars Battlefront, solo una persona ci è riuscita! In che modo quindi portare a termine la missione della vostra fazione? In buona sostanza giocando come ribelli dovrete attivare dei trasmettitori per chiamare il bombardamento sugli AT-AT. Dopodiché scaricare tutta la vostra potenza di fuoco su di loro, nel poco tempo in cui resteranno vulnerabili. Come impero dovrete impedire tutto questo, in primis disattivando i trasmettitori. Tutto questo mentre a terra e nei cieli infurierà la battaglia. Dovrete fare i conti con una mappa di gioco enorme: una distesa di ghiaccio disseminata di trincee, in cui dovrete infilarvi appena possibile per trovare riparo dal fuoco nemico, visto che all’aperto sarete esposti... anche al fuoco delle torrette! La mappa gira intorno al fianco di una montagna, al cui interno è stato ricavato un hangar con una fitta rete di tunnel.
star_wars_battlefront_beta_announcement_screen___final

Armi diverse hanno velocità diverse di surriscaldamento e raffreddamento.

In questa modalità troverete anche gli eroi: Luke e Darth Vader. Per attivarli bisognerà trovare sulla mappa il rispettivo power up, che comparirà in punti casuali. E a quel punto per un periodo limitato di tempo potrete sentirvi quasi invincibili, falciando nemici con la vostra spada laser. Contrastare un eroe non sarà affatto semplice. Per loro stessa natura sono "overpowered". A nostro avviso forse un po' troppo... e quindi la cosa pi saggia da fare sarà sfruttare il jet pack per scappare il più lontano possibile. A patto di averlo selezionato tra l'equipaggiamento, chiaramente...
In questa mappa avrete a disposizione vari veicoli, X Wing, Y Wing, Tie Fighter ma anche AT-ST o gli stessi AT-AT, di cui potrete controllare solo le torrette e solo per un tempo limitato. Non aspettatevi però un approccio "simulativo" alla Battlefield. Perché i controlli sono stati semplificati e i veicoli si assomigliano forse un po' troppo gli uni con gli altri, nella loro guidabilità. Tutti i veicoli saranno disponibili come power up, che compariranno però in punti ben definiti della mappa, a seconda delle progressione della partita, determinata dall’avanzamento degli AT-AT. Questo a differenza degli altri power up, che invece appariranno in modo casuale. La varietà di situazioni e di stili di gioco possibili su questa mappa rende difficile consigliare un equipaggiamento specifico. Dipenderà dunque dal ruolo che vi sceglierete: se deciderete di puntare sui veicoli vi servirà il jet pack per raggiungere rapidamente i powerup con cui attivarli. Mentre se vorrete dare supporto da terra potrebbero tornarvi utili armamenti per contrastare i veicoli o colpire nemici dalla distanza. Oppure lo scudo personale, per aumentare le chance di sopravvivenza. Solo giocando e sperimentando potrete capire cosa farà al caso vostro!

C'è sicuramente ancora del lavoro da fare sul fronte del bilanciamento di armi e powerup. Ma del resto, proprio a questo serve una Beta, no?

star_wars_battlefront_e3_screen_4__air_to_ground_wm

Non vediamo l’ora di provare la modalità Survival sui pianeti Endor e Hoth, che promettono di dar vita a scontri davvero entusiasmanti!

Passiamo alla terza e ultima modalità, che è radicalmente differente perché non si tratta di modalità competitiva ma co-op. Il suo nome è Survival e appartiene alla sezione Missioni del gioco, che includerà anche l’addestramento e le Battaglie. Survival è una modalità tipo Orda, in cui dovrete sopravvivere a ondate di nemici di difficoltà crescente. Potrete giocarla da soli oppure in team con un altro giocatore. Nella Beta dovrete affrontare 6 ondate di nemici e avrete accesso esclusivamente alla difficoltà Normale su una singola mappa. Nel gioco finale invece le ondate saranno 15 su ciascuna delle quattro mappe previste e i livelli di difficoltà tre: Normale, Difficile e Maestro. Concentriamoci sulla Beta. L’unica mappa sarà Tattooine, il pianeta natale di Anakin e Luke Skywalker, uno dei luoghi simbolo della saga. Un pianeta prevalentemente desertico che vi vedrà bloccati in un canyon, dove dovrete sopravvivere a ondate di forze imperiali. L’ammiraglio Ackbar ha mandato una missione di soccorso per recuperarvi, ma voi dovrete resistere fino al suo arrivo. Per spostarvi rapidamente all’interno del canyon il jetpack sarà essenziale. Il powerup a ioni per l’arma principale pure, perché vi servirà per buttare giù rapidamente gli AT ST che incontrerete in alcune ondate.
sullust_concept_logo
Purtroppo proprio quando le cose si faranno interessanti, arrivati alla sesta ondata, la partita si interromperà. Ma DICE ci ha confidato che non sarà semplice espugnare tutte e 15 le ondate, ai livelli di difficoltà più elevati. Quindi preparatevi ad una bella sfida! Noi chiaramente non vediamo l’ora di metterci alla prova, magari giocando la modalità Survival anche su Endor e Hoth, che promettono di dar vita a scontri davvero entusiasmanti. Insomma gli appassionati di Star Wars e di Battlefront troveranno pane per i propri denti il prossimo 19 novembre, quando Star Wars Battlefront arriverà finalmente nei negozi! Ma per giocare, è bene ricordarlo, sarà indispensabile una connessione a Internet. Intanto segnatevi sul calendario l'8 di ottobre, con l'inizio della Beta. Per un primo essenziale assaggio del gioco. E ci auguriamo che questa nostro nostro hands on, condotto con la versione PC del gioco, possa esservi utile nell'approcciarla. Quindi: in bocca al lupo, buon divertimento con la Beta, seguiteci sui social e su VIDEOGIOCHI.COM e... che la Forza sia con voi!

Leave a reply