Twitch banna una streamer perché faceva twerking nelle dirette di Call of Duty

La streamer Zoie Burgher è stata bannata su Twitch a causa del suo comportamento ritenuto eccessivamente disinibito durante le dirette a sfondo, in teoria, videoludico.

Burgher aveva infatti l’abitudine di indossare un abbigliamento molto provocatorio e fare twerking durante le kill cam su Call of Duty: Black Ops III.

Un costume che Twitch ha ritenuto evidentemente troppo oltre le proprie linee guida per gli streamer, al punto da averle impedito di accedere alla piattaforma.

Di seguito trovare un video delle principali performance della protagonista di questa vicenda, che dà un po’ l’idea di quello che combinasse quando esposta ad una webcam.

https://www.youtube.com/watch?v=lntlntrpzG4

La cosa interessante è che Fraghero, la nostra fonte, ha riportato la news lodando Burgher perché è stata tra le poche ad ammettere esplicitamente di fare quello che faceva per attirare utenti e visualizzazioni.

La sua ira deriva proprio da questo, infatti: ban simili, a detta della streamer, non sono state riservate ad altre videogiocatrici molto più osè di lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *