Vuoi dire addio a spam e pubblicità? È il momento di affidarsi a Google Voice, il servizio è indispensabile

La lotta a spam e pubblicità è in cima alla lista dei desiderata del colosso di Mountain View, che con l’inizio del nuovo anno ha subito rilasciato una interessante funzionalità

Ottieni una protezione antispam potenziata tramite l’etichettatura automatica delle chiamate sospette di spam in Google Voice”. E’ l’incipit di Big G per presentare Google Voice, un nuovo servizio messo a disposizione degli utenti per dire addio a spam e spot indesiderati.

Google Voice - Videogiochi.com 20230102
Google Voice – Videogiochi.com

Per proteggere i propri utenti dai messaggio pubblicitario non richiesto, inviati a un numero molto elevato di persone tramite posta elettronica, che comportano fin troppo spesso truffe potenzialmente dannose, con Google Voice verrà mostrata un’etichetta denominata “sospetto chiamante spam”, su tutte le chiamate che Google ritiene essere spam. Google effettua questa determinazione utilizzando la stessa intelligenza artificiale avanzata che identifica miliardi di chiamate spam ogni mese nell’ecosistema delle chiamate stesse del colosso di Mountain View.

Nessun grande cambiamento. Ma…

Le nuove etichette di Big verranno visualizzate nella schermata delle chiamate in arrivo e nella cronologia delle chiamate dell’utente. In questo modo gli utenti potranno confermare una chiamata sospetta di spam, che fa sì che le chiamate future da quel numero vengano indirizzate direttamente alla posta vocale e le voci della cronologia delle chiamate vengano inserite nella cartella spam, contrassegnare una chiamata etichettata come non spam, dopodiché l’etichetta di sospetto spam non viene più visualizzata per quel numero.

Google - Videogiochi.com 20230102
Google – Videogiochi.com

Google afferma che sta utilizzando le stesse tecniche usate per l’identificazione delle chiamate spam del telefono, quindi non ci aspettiamo di vedere alcun grande cambiamento nei falsi positivi/negativi e, per quello che vale, il sistema esistente ha funzionato molto bene. Ma nella remota possibilità che si verifichi un errore, gli utenti potranno sempre designare manualmente un numero come non spam: Google Voice sarà in grado di ricardare quella preferenza.

Come spiegato in un post nella pagina ufficiale, Google ha intenzione di rendere disponibili gli avvisi di spam a tutti quegli utenti che dispongono di un account Google Voice, disponibili a livello globale entro le prossime due settimane. L’etichetta di sospetto spam verrà visualizzata automaticamente quando l’impostazione Filtro antispam vocale è disattivata. Questo il percorso: Impostazioni > Sicurezza > Filtro antispam. Quando il filtro antispam è attivo, tutte le chiamate che Google identifica come spam vengono automaticamente inviate alla segreteria e la voce della chiamata viene inserita nella cartella spam. Per tutto il resto c’è il Centro assistenza di Google.