Xbox ha pagato cifra enorme per mettere tripla-A sul Game Pass

A quanto pare Xbox ha deciso di sborsare una cifra enorme per inserire questa tripla a sul catalogo del Game Pass. Ecco di che gioco si tratta.

L’Xbox Game Pass è diventato il re indiscusso degli abbonamenti in campo videoludico, essendo il più completo, più economico e più appagante di sempre. Infatti grazie ad un catalogo sempre più grande, comprensivo di oltre 100 titoli, il Game Pass è un ottimo modo per risparmiare sull’acquisto di videogiochi, oltre ad essere una piattaforma di prova per sperimentare titoli e capire se davvero ci interessano.

game pass
Il Netflix dei videogiochi diventa sempre più grande! (Fonte xbox.com)

La grande forza del Game Pass però è proprio il prezzo, infatti l’abbonamento mensile è di soli 9.99 euro, riuscendo così a non avere una vera concorrenza che possa dargli filo da torcere. Inoltre anche la Playstation ha finalmente palesato i suoi piani sugli abbonamenti, mostrando a tutti cos’è veramente il progetto Spartacus: un miglioramento del PS Plus.

Xbox Game Pass: questa tripla A si è fatta pagare parecchio

Come detto in precedenza, anche Playstation sta provando ad entrare nell’ottica di Xbox, facendo un nuovo abbonamento per i suoi utenti e che comprende più di 400 titoli, molti però appartenenti alle vecchie generazioni di console. Xbox Game Pass dal canto suo si sente imbattibile, anche grazie al fatto che sull’abbonamento Microsoft sono presenti almeno 60 titoli GOTY.

game pass
I Guardiani della Galassia tornano più forti che mai! (Fonte: playstation.com)

Microsoft sembra quindi puntare sempre di più sul suo abbonamento per eccellenza, al punto che è disposta a pagare ben 10 milioni per inserire un tripla a sul proprio catalogo. Il gioco in questione è Marvel’s Guardian of The Galaxy, il titolo che ci porta a vivere le avventure di Quill e gli altri guardiani in giro per lo spazio.

A darci questa informazione è David Gibson, un’analista videoludico che vedendo i fatti ha cercato di capire quali sono le cifre per inserire questo titolo sull’abbonamento di Microsoft. Si stima infatti che Square Enix guadagni davvero poco dall’abbonato singolo, ma questo inserimento nel Game Pass potrebbe portare molti giocatori a provare il titolo.

Lo stesso David Gibson ha anche mostrato la sua perplessità per il servizio d’abbonamento di Sony, che anche se non possa rivaleggiare con il Game Pass, per i giocatori è sempre meglio che ci sia concorrenza, per avere prezzi e qualità migliori.