ZeniMax Bethesda: Microsoft aspetta luce verde dall’UE

ZeniMax Media, parent company di Bethesda, dovrebbe diventare parte di Microsoft e tutto dovrebbe andare liscio. Ma il colosso americano aspetta che l’Unione Europea si pronunci sulla correttezza dell’accordo.

Microsoft ha inoltrato la sua richiesta di approvazione alla Commissione Europea lo scorso 29 gennaio. ZeniMax è la casa di alcuni grandi successi quali Fallout e Doom ed è quindi molto appetibile sul mercato. L’acquisizione da parte di Microsoft rientra, quindi, in una classica mossa di ampliamento e rafforzamento nel comparto produttivo.

Leggi anche –> Pokémon Spada e Scudo terzo gioco più venduto di sempre della saga

ZeniMax e Microsoft: matrimonio miliardario

ZeniMax Bethesda Microsoft aspetta luce verde dall'UE
ZeniMax Bethesda Microsoft aspetta luce verde dall’UE (fonte: Youtube)

Come ci si aspetterebbe quando c’è Microsoft in mezzo, l’accordo, che era stato già annunciato a settembre dello scorso anno, si dovrebbe chiudere con 7.5 miliardi di dollari per l’acquisizione.

La grande domanda cui la Commissione deve rispondere è: c’è il rischio che l’acquisizione di ZeniMax da parte di Microsoft crei un mercato sbilanciato e dia a Microsoft un illecito vantaggio sui competitor?

La risposta del garante per la concorrenza è attesa per il prossimo 5 marzo e, al momento, le opzioni sono luce verde con o senza concessioni o una investigazione approfondita nel caso si riscontrasse un possibile problema per la libera concorrenza. Quest’ultima ipotesi bloccherebbe l’accordo e tutto farebbe un bel botto.

Ma cosa ne sarà dei giochi Bethesda sulle altre piattaforme? A sentire Phil Spencer, executive vice-president di Microsoft Gaming, tenersi i giochi Bethesda sulla propria piattaforma non sarebbe un problema e anzi basterebbe il release in esclusiva per rifarsi dei miliardi spesi per l’acquisizione. Ma il CFO di Microsoft ha anche aggiunto che i giochi devono prima di tutto essere “i primi o i migliori” in ambiente Microsoft. Un po’ quello che succede con il programma ID @ Xbox per i giochi indie.

Leggi anche –> Sonic Prime annunciata ufficialmente da Netflix: la serie animata

The Elder Scrolls 6 sarà un’esclusiva Xbox? Todd Howard di Bethesda non ne è convinto. Noi intanto aspettiamo il 5 marzo.