Addio a Robert Altman, CEO di ZeniMax

Robert Altman si è spento il 4 febbraio all’età di 74 anni. La notizia è stata diffusa dall’account Twitter ufficiale di Bethesda.

“Siamo molto addolorati di dovervi comunicare che ci ha lasciato Robert A. Altman, nostro fondatore e CEO. Era un vero visionario, un amico e credeva nel potere delle persone e in quello che si può fare lavorando insieme.”

Leggi anche –> Destruction AllStars videorecensione: il combat racer che mancava

Robert Altman e ZeniMax: una vita insieme

Addio a Robert Altman, CEO di ZeniMax
Addio a Robert Altman, CEO di ZeniMax (fonte: Youtube)

La figura di Robert Altman non è stata sempre cristallina nella gestione di Zenimax e delle società collegate, come Bethesda o id Software, ma, se c’è una cosa che non si può dire è che Altman non fosse in grado di fare il suo lavoro di CEO.

Durante la pandemia, quando il mondo si è fermato e anche gli studi hanno iniziato a chiudere per passare a modalità di lavoro in remoto, Altman ha cominciato a spedire lettere settimanali ai dipendenti.

Una di queste lettere è stata anche pubblicata da Bethesda sempre su Twitter. “Vi chiedo con forza di trovare tempo per voi stessi ogni giorno” leggiamo, “organizzare gli incontri online, e mantenere le cose in prospettiva, sapendo che questo passerà.”

Altman aveva fondato ZeniMax nel 1999. Ex avvocato, si era messo in società con Christopher Weaver, fondatore di Bethesda Softworks per dare vita alla società madre in cui Bethesda venne inglobata.

Leggi anche –> Genshin Impact svela mosse e abilità di Xiao in un nuovo trailer

Sotto la guida di Altman, Zenimax è cresciuta fino a comprendere studi grandi come Arkane Studios, MachineGames, id Softwares, producendo colossi come Wolfenstein e Dishonored.