Apex Legends hackerato per protesta contro gli hacker

Alcuni fan di Titanfall hanno hackerato Apex Legends per protestare contro gli hacker che hanno hackerato Titanfall.

Apex Legends hackerato per protesta contro gli hacker
Apex Legends hackerato per protesta contro gli hacker (foto: Respawn)

Abbiamo dovuto rileggere la frase almeno due volte per assicurarci che la causa effetto fosse chiara. A quanto pare, alcuni fan di Titanfall hanno deciso di attirare l’attenzione di Respawn, il developer sia di Titanfall sia di Apex Legends, nella maniera più plateale che potevano: hackerando Apex Legends per far sì che tutti si accorgessero di quello che sta succedendo invece su Titanfall.

Per portare avanti la protesta, questo gruppo di fan di Titanfall in pratica ha reso inutilizzabile Apex Legends facendo apparire ovunque un messaggio che rimanda a un sito web, savetitanfall.com, aperto a marzo e in cui viene spiegato il motivo del disservizio arrecato.

Apex Legends e Titanfall: hacker vs hacker

Apex Legends hackerato per protesta contro gli hacker
Apex Legends hackerato per protesta contro gli hacker (foto: Respawn)

Sul sito Save Titanfall si legge questo: “Titanfall è un franchise amato da molti e il problema degli hacker è in aumento. La community di Titanfall prega da 3 anni Respawn di risolvere il problema, ma senza risultati. Il gioco viene a tutt’oggi venduto nonostante sia completamente ingiocabile. E’ ora di alzare la voce”.

Il problema di Titanfall è ben noto a tutti, Respawn compreso, ma a quanto pare non si riesce a venire a capo della situazione. Sul sito cui i messaggi di Apex rimandano, si legge ancora: “vendere un gioco che non funziona come viene pubblicizzato (in questo caso non è giocabile) senza trovare una soluzione ai diversi problemi e ignorando i clienti si configura come frode”. Anche perché, proseguono sempre su savetitanfall.com, Respawn sta “attivamente ignorando la questione“.

Nonostante sia il Developers sia il publisher, Electronic Arts , avrebbero i mezzi necessari per risolvere la questione. Una questione che oltre a minare il rapporto della community di Titanfall sia con il developers sia con il publisher, rischia di andare di rovinare anche la reputazione generale del developer. Anche perché, recentemente, Apex è stato vittima di attacchi DDoS ai danni dei giocatori.

Leggi anche –> Call of Duty: Warzone, i trucchi per dominare la Season 4 PARTE II

Leggi anche –> Giochi gratis luglio 2021, ecco il catalogo Xbox Games with Gold

Per ora, almeno su Apex Legends , il team di Respawn ha dichiarato di voler aumentare il numero di persone che devono occuparsi dei ban manuali trovando nel contempo soluzioni automatizzate per rintracciare e eliminare i cheater, in particolare gli attacchi DDoS. Il developer non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali riguardo questo attacco hacker ad Apex Legends per accendere i riflettori sulla situazione di Titanfall. Staremmo quindi a vedere che cosa succederà.