Un pezzo di Assassin’s Creed sarà nel prossimo Prey

Quando alcune rotelle creative girano a regime può capitare che ci siano contaminazioni anche tra media diversi come sta per succedere con il prossimo film di Dan Trachtenberg Prey che avrà in sè un pezzetto magari piccolo ma fondamentale di Assassinb’s Creed.

Prey riprende l’universo fantascientifico meglio noto come Predator ma a giudicare da quello che il regista ci ha mostrato e che sta per mostrarci finalmente per intero siamo di fronte a un deciso passo avanti qualitativo.

Un pezzo di Assassin's Creed sarà nel prossimo Prey
Un pezzo di Assassin’s Creed sarà nel prossimo Prey (foto: Youtube)

Un passo avanti che porta anche la firma di una creativa che ha regalato ai fan della serie Ubisoft, ma non solo, emozioni grandissime: Sarah Schachner. Se non sapete chi sia non importa perchè anche se il nome non vi suona la conoscete alla perfezione.

Dentro Prey l’anima di Assassin’s Creed Vahalla

Cosa rende un film o un videogioco epico oltre alle scene e alla maestosità visiva? La colonna sonora su cui tutto ciò che non si può vedere si regge. Provate a giocare senza poter sentire la musica che cambia con gli ambienti, che introduce un personaggio, che sottolinea un momento e vi spacca il cuore.

Un pezzo di Assassin's Creed sarà nel prossimo Prey
Un pezzo di Assassin’s Creed sarà nel prossimo Prey (foto: Ubisoft)

Spesso apprezziamo i videogiochi anche per la musica senza rendercene davvero conto ma oggi, se avrete modi di vedere il nuovo Prey prendetevi un momento e ascoltate la musica di sottofondo nata dalla stessa mente geniale che ha creato la sinfonia di Assassin’s Creed Valhalla. A rendere pubblicamente omaggio al lavoro di Schachner è proprio il regista del film Dan Trachtenberg che ha raccontato su Twitter con pochissime parole di aver scoperto il lavoro della compositrice mentre giocava a Valhalla e di essersi subito informato e il suo messaggio si conclude con un complimento e un augurio “La sentirete spesso in futuro ve lo prometto…

La carriera della compositrice non è certo iniziata con Assassin’s Creed, di cui ha curato la colonna sonora per Valhalla, Origin e Unity e tra i suoi lavori più recenti c’è la colonna sonora di Anthem nonchè Call of Duty Modern Warfare e diversi lavori per documentari, film e serie tv tra cui Now You See Me e Iron Man 3. nota amargine sul film è che vi consigliamo di vederlo in lingua originale ovvero la lingua comanche.