Assassin’s Creed Unity: ecco chi sarà il protagonista nel presente

Di Assassin’s Creed Unity ci sono state fornite molte informazioni su cosa accadrà nel periodo della rivoluzione francese. Molti utenti però sono curiosi di sapere qualcosa anche sul presente, aspetto molto importante della saga. A rispondere a questa domanda ci ha pensato Vincent Pontbriant, senior producer del gioco, che a Gamezone ha dichiarato:

“Il ciclo di Desmond Miles si è chiuso con Assassin’s Creed 3. In Black Flag invece abbiamo scelto un impiegato Abstergo che presentava diversi legami con gli assassini. In Unity invece cambierà tutto: sarà il giocatore a entrare nell’Animus. Non possiamo svelare molto, ma possiamo dire che in qualche modo sarete voi stessi a essere contattati dagli assassini e a indagare sulla vita di Arno.”

Assassin’s Creed Unity sarà disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC a partire dal 28 ottobre 2014.

9 COMMENTS

  1. Da anni sin da quando ho acquistato dal 2009 AC, ho pensato che il logo assomiglia un po al simbolo della Massoneria. Tant’è che il gioco è già pieno di complotti. Mi sono sempre chiesto perché dobbiamo uccidere Templari, se in passato hanno lottato in nome della Santa Crociata per liberare il Santo Sepolcro? Templari che hanno lottato per difendere, proteggere e preservare la Religione Cattolica Apostolica Romana. Le crociate furono caldeggiate sotto il papato di Urbano 2°, quando emanò un decreto noto come “Ordine Templare”, affidando tutti i poteri nelle mani dei Templari. Coincidenza che questo ordine fu emanato 11 Settembre 1095, lo stesso giorno quando il Papa invocò a gran voce: “DIO LO VUOLE”.

    • ti rispondo volentieri stefano 🙂

      In fin dei conti le crociate non sono state una dignità per la religione cattolica dato che di santo hanno avuto solo il nome, inoltre puoi immaginare assassin’s creed come una realtà parallela. Anche l’ordine degli assassini è esistito ed era tutt’altro di quello che vediamo nel nostro videogioco preferito. Assassin’s creed ha spopolato fin da subito ecco perchè cerca di far vedere una dimensione dove le colpe e i meriti siano invertiti (per quanto uno dei due possa aver ragione) e proporci questo tipo di realtà. I templari sono stati tutt’altro che gentili in terra santa, molestando gli abitanti e violentando le donne. Il Papa Urbano sfrutto spudoratamente la dedizione dei cristiani per estendere il suo potere temporale. Inoltre assassin’s creed prova l’esistenza degli Dei Dell’Olimpo proprio per non andare contro nessuna religione. Il simbolo io credo che rimandi più a una “A” di Assassins (=Assassini), poi quasi sicuramente ci potranno essere nel gioco (o nei giochi in generale, come in ogni altra cosa) riferimenti massonici e altro. Penso che un videogioco debba pur sempre restare un videogioco e debba essere vissuto con i piedi a terra. Ecco perchè Assassin’s creed è il mio videogioco preferito. Penso però che stiano sfruttando il suo titolo come merchandising fin troppo…

      😉

      • Lauro, ti correggo un po’ perché sono pignolo u.u
        Minerva, Tinia, Giunone e gli altri non sono Dei, sono solo (come dice Minerva in AC2) “venuti prima”. Una razza superiore avanti millenni luce rispetto alla nostra civiltà moderna che ci ha creati grazie ad una potente tecnologia che noi tutt’oggi scambieremmo per magia, qualcosa di impossibile.
        Però in parte è vero, poiché le loro caratteristiche e i loro nomi sono presi dalle culture Greca, Romana ed Etrusca (Menerva, Tinia e Uni etruschi= Atena, Zeus ed Era greci= Minerva, Giove e Giunone romani)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here