Cascades Display: nVidia scopre come quadruplicare la risoluzione degli schermi LCD

Utilizzando due display LCD economici e di piccole dimensioni, nVidia ha fatto una scoperta decisamente interessante: ha ottenuto l'effetto di quadruplicarne la risoluzione effettiva senza costi aggiuntivi. La scoperta ha preso il nome di "Cascades Display" e potrebbe influenzare particolarmente i dispositivi per la realtà virtuale come Oculus Rift. Proprio in quest'ottica nVidia ha costruito il prototipo di un visore, con l'utilizzo di una stampante 3D.
L'idea di sovrapporre due pannelli LCD potrebbe sembrare un po' strana all'inizio, essendo i pannelli LCD opachi, ma a pensarci bene tutto ha un senso: anche se lo spazio fra un pixel e l'altro è effettivamente opaco, i pixel stessi sono piuttosto trasparenti, in modo da consentire il passaggio della retroilluminazione. Grazie a questa intuizione nVidia ha deciso di fare dei test volti al miglioramento della risoluzione, sperimentando là dove nessuno si era ancora spinto.

Dopo l'acquisto di due monitor da 7 pollici con risoluzione 1280×800, comprati spendendo pochi dollari in un negozio cinese, i coraggiosi dipendenti di nVidia hanno smontato i pannelli LCD dal case e rimosso la retroilluminazione da uno dei due. Successivamente hanno sovrapposto i due pannelli, in modo che i pixel non fossero perfettamente allineati ma con uno scarto di un quarto di pixel, come mostrato nell'immagine creata per spiegare la struttura del Cascaded Display.

nvidia-cascaded-display-subpixel-300x147Il risultato è stato sorprendente: la risoluzione non è stata semplicemente raddoppiata, ma quadruplicata! Ovviamente è necessario un software particolare che si adatti a questa tecnologia, ma nVidia ci sta già lavorando. La prima applicazione di questa interessante scoperta riguarda, come abbiamo detto all'inizio, la realtà virtuale e in particolari i visori HMD (Head-Mounted Display) come Oculus Rift, che consentono un'esperienza immersiva grazie all'utilizzo di schermi LCD e lenti. La risoluzione dei monitor di Oculus Rift non è particolarmente alta , questo consente di mantenere il prezzo del visore in una certa fascia di accessibilità ma, purtroppo, quando i monitor si trovano molto vicino agli occhi l'effetto può essere fastidioso.

Montare all'interno del visore Oculus uno schermo in altissima risoluzione (3840×2160) comporterebbe un costo decisamente più elevato del dispositivo, ed è qui che arriva nVidia: basta aggiungere un pannello LCD economico e sovrapporlo all'altro con la tecnica già sperimentata per creare un Cascade Displey e un effetto incredibile sull'immagine!

Ovviamente ci sono ancora delle limitazioni in questo metodo, ad esempio il problema dell'illuminazione: raddoppiando il pannello LCD la retroilluminazione decresce e l'immagine risulta più buia. Il problema comunque non sembra uno scoglio insormontabile, così come la leggera distorsione dell'immagine causata dalla sovrapposizione, corretta in gran parte dal software.

La limitazione degli angoli di visuale causata dalla separazione dei due pannelli non si può correggere con il software, ma anche questo problema non sembra avere un grande impatto nei visori HMD, proprio per la loro caratteristica di montare il display molto vicino agli occhi.

Ecco un video che mostra il funzionamento della tecnologia sviluppata da nVidia, nella gallery trovate anche una serie di scatti che mostrano il miglioramento impressionante della qualità delle immagini.

Fonte: extremetech

Leave a reply