COVID-19 e videogiochi, la pandemia ha portato guadagni al settore

Il COVID-19 ha scosso il mondo intero in questo 2020, ma il settore videoludico sembra aver beneficiato della pandemia: aumentati i guadagni.

Il 2020 non è stato di certo un anno come gli altri, e questo a causa della pandemia globale causata dal Coronavirus. Tutti i cittadini del mondo, tra vittime e lockdown, hanno passato mesi tremendi e, nonostante miglioramenti, la situazione non è tornata ancora del tutto normale.

A beneficiare di questa situazione emergenza, a dispetto di altri settori, c’è il mondo dei videogiochi, che vede un consistente aumento dei ricavi. Analizziamo insieme tutti i dati.

Leggi anche –> Among Us aggiunge un nuovo ruolo e il trailer per l’arrivo su Xbox – VIDEO

Il COVID-19 porta guadagno al settore videoludico: aumentati gli incassi

Animal Crossing: New Horizons giocato durante il  COVID-19
Animal Crossing: New Horizons per Nintendo Switch (fonte: YouTube).

Stando ad un’indagine realizzata da International Data Corporation, il mercato videoludico, durante questa pandemia, avrebbe surclassato quello cinematografico e sportivo. Con stadi e cinema chiusi, nonché coi maggiori blockbuster rinviati continuamente, i due settori hanno inevitabilmente risentito della pandemia, al contrario del mondo dei videogames, tranquillamente giocabili a casa.

Nel 2020, le vendite legate al mondo videoludico hanno realizzato un introito di $ 197.7 miliardi, registrando una crescita del 20% rispetto all’anno precedente. Sicuramente, ad influire all’aumento delle entrate anche l’arrivo delle console di nuova generazione, insieme a titoli di punta come Assassin’s Creed Valhalla o Cyberpunk 2077.

Leggi anche –> Marvel’s Spider-Man: Remastered offre un nuovo sguardo a una tuta

Grande è stato anche l’exploit dei videogiochi per dispositivi mobili, il cui fatturato è aumentato addirittura del 25% (con grandi numeri realizzati in Asia). Con la speranza che il 2021 possa farci tornare tutti alla normalità, in un momento di crisi come questo il mercato videoludico può guardare con tranquillità e sicurezza al futuro; almeno, qualcosa di positivo in questo disastroso anno che sta per lasciarci.