Crash Bandicoot 4 It’s About Time: 5 consigli per iniziare bene

Crash Bandicoot 4 It’s About Time ci ha riportato indietro nel tempo a quel momento d’oro in cui i platform avevano una marcia in più. E’ uscito da un po’ ma se volete riprenderlo o magari lo avete acquistato e ancora non lo avete neanche iniziato ecco alcuni consigli che vi possono tornare utili.

Perché, proprio come nei capitoli precedenti della saga firmata Naughty Dog, ci sono tutta una serie di piccoli accorgimenti che non vengono in realtà esplicitati ma lasciati alla fortunata esplorazione dei giocatori e delle giocatrici. In realtà ci sono moltissime cose da ricordare ma abbiamo scelto 5 di quelle che vi possono aiutare più di tutto a godervi l’esperienza con il redivivo Crash.

Crash Bandicoot 4 It's About Time: 5 consigli per iniziare bene
Crash Bandicoot 4 It’s About Time: 5 consigli per iniziare bene (foto: Youtube)

Se avete mai giocato a uno dei capitoli precedenti sapete già che occorre essere veloci e soprattutto attenti ai particolari e questo quarto gioco, dalle recensioni più che ottime ovviamente, ha riportato in vita proprio quella divertita cattiveria del passato. Motivo in più per fare tesoro di quello che vi diciamo.

Crash Bandicoot 4 It’s About Time, è ora di fare sul serio

Quello di cui tutti quelli che hanno provato l’ultimo capitolo in ordine di tempo delle avventure di Crash si sono accorti è che si tratta di un gioco difficile. Qualcuno è arrivato addirittura a definirlo un soulslike travestito tanta è la difficoltà in alcuni momenti. Per chi non è abituato ai giochi del passato che non facevano sconti a nessuno potrebbe trattarsi di una doccia gelata. Ed è per questo che abbiamo messo insieme 5 accorgimenti per aiutarvi a godervi l’esperienza senza che iniziate a pensare di lanciare il pad fuori dalla finestra.

Crash Bandicoot 4 It's About Time: 5 consigli per iniziare bene
Crash Bandicoot 4 It’s About Time: 5 consigli per iniziare bene (foto: Youtube)

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi riguarda la riattivazione di una funzione che era presente nel primissimo gioco uscito per la prima console PlayStation: l’ombra. Dentro l’ultima avventura di Crash Bandicoot potete attivare una particolare ombra che segue il personaggio ed è circondata da un alone giallo, che vi aiuta a individuare ancora più chiaramente dove il nevrotico protagonista atterrerà nel momento in cui decidete di saltare. Un’altra mossa che dovete assolutamente provare ovunque è la scivolata, che vi permette di saltare dalle piattaforme senza in realtà saltare veramente per prendere meglio la mira e la distanza.

Parlando poi di difficoltà vi consigliamo di non giocare subito con la modalità Retro ma di provare a farvi un giro prima con quella nuova che non è altrettanto punitiva. Nei pochi momenti in cui ritroverete fermi a riflettere su come saltare da una piattaforma all’altra ricordatevi poi di utilizzare lo stick destro per guardarvi intorno e ritrovare tutte le casse che Naughty Dog ha disseminato nel gioco. Un ultimo consiglio per la sopravvivenza è un vecchio trucco che i giocatori di Crash conoscono: scivolare sotto le casse di TNT per evitarle. E ora schizzate via.