Alcuni dottori consigliano i videogiochi per trattare dei disturbi

Ci sono alcuni dottori che hanno preso in considerazione alcuni videogiochi. Il loro scopo? Quello di trattare particolari disturbi 

Molti sono i bambini a cui è stato diagnosticato un particolare disturbo da deficit di attenzione iperattività. Una patologia che, secondo alcuni dottori presenti negli Stati Uniti, può essere trattata con l’utilizzo dei videogiochi. L’idea è quella di realizzare alcune terapie su misura che vedono proprio i giochi interattivi su schermo come protagonisti.

Alcuni dottori consigliano i videogiochi al fine di trattare dei disturbi
Alcuni dottori consigliano i videogiochi al fine di trattare dei disturbi (fonte pixabay)

Ovviamente si tratta di un’idea che non può essere applicata con tutti i titoli disponibili sul mercato. Impossibile, infatti, pensare che una patologia del genere possa essere trattata con titoli come i soulslike. Oppure anche degli sparatutto a livelli di tensione altissima. Ma una soluzione c’è. Un progetto molto importante è stato affiancato anche al diritto all’aborto.

I videogiochi consigliati dai dottori per il trattamento di alcuni disturbi

Ci sono due giochi che possono essere scaricati gratis, affrettatevi. Ciò che hanno pensato di fare è quello di usare giochi adatti allo scopo, tra cui EndeavorRx di Akili Interactive Labs, il primo titolo che la US Food and Drug Administration ha provato ad utilizzare all’interno del trattamento dell’adhd. Difatti, si tratta di un gioco da scaricare solo nei momenti in cui si possiede una precisa prescrizione medica. Anche se all’inizio si potrebbe pensare che questo sia un gioco simile a tutti gli altri, il compito di portare un alieno alla ricerca di oggetti sparsi in mondi diversi è un modo come un altro per aiutare molto i bambini che soffrono di tale patologia.

Alcuni dottori consigliano i videogiochi al fine di trattare dei disturbi
Alcuni dottori consigliano i videogiochi al fine di trattare dei disturbi (fonte endeavorrx)

Il titolo è stato realizzato con l’aiuto di alcuni neuroscienziati mettendo così in piedi un progetto capace di migliorare e stimolare alcune zone del cervello. Una situazione in cui, i genitori, ricevono in seguito un link per procedere all’attivazione. Per il momento si tratta di un videogioco in via di sviluppo anche se, potrebbe essere un valido aiuto per tutti quei bambini a cui è stato diagnosticato l’adhd. Lo scopo è quello di fare in modo che, il bambino, possa portare a termine più di un compito e cercare di tenere lontane tutte le distrazioni.

Il compito del titolo è anche un altro, ossia quello di tenere sotto controllo il livello di difficoltà utilizzando un algoritmo specifico. Come detto prima, si tratta di un gioco che può essere utilizzato solo a seguito di una prescrizione medica proprio per trattare questo disturbo così particolare.