EA Play Live, quello che vedremo e quello che non c’è

L’evento che può essere considerato lo E3 speciale di Electronic Arts, lo EA Play live, è ormai alle porte e quindi finalmente possiamo avere una lista di quello che vedremo. Ma soprattutto dei grandi assenti.

EA Play Live, quello che vedremo e quello che non c'è
EA Play Live, quello che vedremo e quello che non c’è (foto: youtube)

Innanzitutto, abbiamo finalmente capito che lo EA Play Live non sarà un evento unico ma ci saranno quattro momenti chiamati Spotlight con un tema specifico con in più uno stream ufficiale in cui confluiranno la maggior parte degli annunci della compagnia.

Questo modello di, passateci l’espressione, festival diffuso è qualcosa che ai giocatori probabilmente piacerà. Perché, Nonostante sia bellissimo rimanere incollati allo schermo del computer per un paio d’ore, sperando magari di vedere 10 minuti di trailer e sentire due parole dagli sviluppatori del tuo gioco preferito, poter sapere che ci sarà uno slot di tempo dedicato al genere che preferisci permette l’organizzazione della propria vita interpersonale decisamente più comodo. Ed è tra l’altro, all’incirca, il modello del Summer Game Fest che racchiude eventi e presentazioni sparse durante tutta l’estate anziché, come invece fa lo E3, un evento centrale tutto in un tempo limitato.

Ea Play live: la schedule e gli appuntamenti

EA Play Live, quello che vedremo e quello che non c'è
EA Play Live, quello che vedremo e quello che non c’è (foto: youtube)

Prendete carta e penna, o aprite una nota di Google, e cominciate a segnarvi gli appuntamenti. Il primo evento sarà il prossimo 8 luglio alle 10 di mattina orario del Pacifico, 7 di sera qui da noi. L’argomento saranno gli sparatutto in prima persona e il Panel ospiterà Oskar Gabrielson, DICE general manager, Christian Grass DICE LA general manager, Vince Zampella fondatore di Respawn e il Game Director di Apex Legends Chad Grenier. Al centro del Panel ci saranno, indovinate un po’, Battlefield 2042 e Apex Legends. Anche se poi toccherà aspettare il 22 luglio per gli annunci più specifici riguardo questi due giochi.

Il 13 luglio sarà invece il momento degli Studi indipendenti: Josef Fares e il suo team Hazelight, Olov Redmalm di Zoink,  Mel Philips e Abubarker Salim di Silver Rain e Guha Bala di Velan. Sara quindi il momento per parlare di, per esempio, It Takes Two , Lost in Random e Knockout City.

Il 19 luglio dovrete rimanere svegli fino all’una di notte ora italiana se volete saperne di più sul settore EA Sports, con un focus particolare su madden NFL 22.

Leggi anche –> Volantino Euronics, le offerte Ultrà Black Friday per il gaming mobile

Leggi anche –> OPEN WORLD – L’Assedio di Parigi e quella scena che abbiamo già visto
L’ultimo Spotlight ci sarà il 20 luglio, di nuovo alle 7 di sera da noi, ed è l’unico momento di cui Electronic Arts non vuole ancora parlare “Possiamo dirvi che in questo Spotlight parleremo di un’aggiunta estremamente interessante a una serie EA Sports longeva ed estremamente popolare”.

Il tutto poi si concluderà il 22 luglio , sempre alle 7, con 40 minuti di spettacolo. Subito dopo l’annuncio è arrivato da Twitter il messaggio da parte di quelli di Bioware che hanno dichiarato che non ci sarà niente da vedere riguardo il prossimo Dragon Age o i giochi di Mass Effect. E forse è meglio così.