Una frode da 400.000 yen, arrestato l’editor di Famitsu

Da poco è stata resa nota la notizia che l’editor di Famitsu è stato arrestato. L’accusa? Si parla di una frode pari alla cifra di 400.000 yen

Editor di Famitsu
Editor di Famitsu arrestato per frode da 400.000 yen (screenshot YouTube)

Attraverso Asashi News e grazie anche a Kotaku, con una traduzione dal giapponese all’inglese, è possibile venire a conoscenza che Eiichi Sato è stato arrestato. Si tratta di un editor di Famitsu, la nota rivista giapponese. Il dipendente ha avuto negli anni di carriera il compito di gestire l’editing di tutti i contenuti realizzati dai freelance della rivista in questione.

Praticamente Sato ha creato diversi profili con lo scopo di inviare molti articoli da lui realizzati alla rivista Famitsu. Ovviamente con autori tutti diversi tra loro, facendosi pagare così una commissione per tutti gli articoli proposti. Basandosi sulle segnalazioni di Tokai TV, sembra che tutto ciò sia accaduto tra marzo e giugno del 2020.

Leggi anche -> Ratchet & Clank gratis da oggi e in arrivo grande aggiornamento

L’arresto dell’editor di Famitsu per la frode scoperta

Editor di Famitsu
Editor di Famitsu arrestato per frode da 400.000 yen (screenshot YouTube)

Nel complesso, Sato, è stato in grado di inviare le richieste di pagamento per un totale pari 400.000 Yen, ossia circa €3.100. Nello specifico in 3 soluzione di saldo del totale. Facendosi aiutare da una persona conosciuta on-line, Sato ha acquistato una carta ATM sulla quale farsi versare tutti i pagamenti indirizzati a freelance non esistenti nella realtà. Solo dopo essere stato arrestato, egli ha confessato tutte le accuse e ha persino spiegato i motivi per i quali ha deciso di fare tutto ciò. L’editor ha affermato che: “Non avevo alcun risparmio ed ero preoccupato per il mio futuro”.

Leggi anche -> WhatsApp, arriva una nuova e comoda funzione che piacerà a tutti

Non nasconde di essere stato preoccupato in quanto, la possibilità di essere scoperto da un momento all’altro, è sempre stata in agguato. Nonostante ciò non ha smesso di produrre questi contenuti sotto il nome di falsi autori poiché, il bisogno di denaro, è stato molto più forte. Per il momento pare che Kadokawa, ossia la compagnia madre di Famitsu, ha dato pieno appoggio affermando che ha intenzione di cooperare completamente con l’investigazione per concludere la vicenda. Scorrendo verso il basso, è possibile vedere le prove esaminate ed analizzate dalla polizia riguardo l’operazione in questione.

LINK UTILI

Ps5 con lettore
Ps5 con lettore (screenshot YouTube)
Editor di Famitsu
Editor di Famitsu arrestato per frode da 400.000 yen (screenshot kotaku.com)