F1 2013

Quello con F1 di Codemasters rappresenta uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per tutti gli appassionati di giochi di corse. Da quando la gloriosa licenza è finita in mano ai talentuosi sviluppatori britannici, il celebre simulatore di Formula 1 è migliorato di capitolo in capitolo, costruendo un franchise solidissimo, perfettamente in grado di soddisfare anche i giocatori più smaliziati e attenti al dettaglio. F1 2013 è la naturale evoluzione del suo diretto predecessore che, pur non garantendo evidenti cambiamenti a un genere difficile da stravolgere, ha comunque levigato e smussato ogni limite delle precedenti incarnazioni. Andando subito nello specifico delle più evidenti, possiamo subito affermare l’intelligenza artificiale delle vetture avversarie è stata completamente rivista. Inoltre, la variabile costituita dall’usura dei pneumatici assume ora un peso ben più consistente rispetto a quanto accadeva in passato.

Sono presenti numerosi miglioramenti, in particolare per quanto riguarda l’IA degli avversari.

La direzione intrapresa dal team di sviluppo quindi, è sicuramente quella di spostare ulteriormente verso l’alto l’asticella del realismo. I piloti, infatti, seguiranno delle routine comportamentali in pista molto credibili, rendendo la vittoria sì più difficile, ma anche molto più coinvolgente. Gli avversari sembreranno rendersi conto del vostro stile di guida e si comporteranno di conseguenza, con strategie tese a ostacolarvi con tenacia e intraprendenza. Potrà accadere, per esempio, di incorrere in frenate tattiche della vettura davanti, che cercherà in tal modo di tenervi alle spalle e smorzare qualsiasi vostra iniziativa. Allo stesso tempo, però, i piloti sono anche più soggetti all’errore, mettendo in gioco così anche le conseguenze “negative” di una simulazione più vicina alla natura umana.
F12013_4

Anche graficamente siamo di fronte a un titolo con i fiocchi: la fedeltà nella riproduzione dei circuiti è davvero eccezionale

Sfortunatamente, le penalità di gara non hanno seguito gli stessi criteri di verosimiglianza, ed essere marcati stretti dall’aggressività dei rivali significherà, vostro malgrado, finire spesso fuori pista. In questi casi, in più di un’occasione capita di subire ingiuste penalità, che rendono la competizione più frustrante. Anche gli incidenti che si provocheranno in talune situazioni sono mossi da una fisica sicuramente più convincente, soprattutto andando ad analizzare con la lente d’ingrandimento i danni subiti, ma spesso e volentieri andranno a generare effetti molto diversi da quello che ci si aspetterebbe nella realtà. Per il resto, ci troviamo di fronte a un gioco dalla caratura davvero elevatissima, complice l’esperienza pluriennale di Codemasters in materia. Vi basti sapere che graficamente il livello di pulizia, effetti luce e modellazione generale di circuiti e macchine è nell’edizione 2013 pari a molti esponenti del genere appartenenti a brand ben più blasonati. I tracciati appaiono quanto mai fedeli alla controparte reale, e anche sfrecciando a folli velocità regalano scorci spettacolari.
F12013_3
F1 2013 non si fa cogliere impreparato neppure sul fronte dei contenuti, numerosi e ben studiati. Risalta tra questi l’inedita e nostalgica modalità F1 Classic, che implementa un campione numeroso di vetture e piloti che hanno fatto la storia dell’automobilismo sportivo. Eroi delle quattro ruote appartenenti agli anni ’80 come Gerhard Berger o Mario Andretti saranno i protagonisti di Gran Premi dal sapore vintage, in cui vetture come la Williams FW12 o la Ferrari F92 A sono riproposte con grandissima fedeltà estetica, nel sistema di guida e nel comportamento su strada. Le annate coperte vanno dal 1980 fino al 1999, e ognuna di esse propone Gran Premi e Prove a tempo dedicate. F1-2013_5
F1 Classic si palesa quindi come una novità non indifferente, vista tra l’altro la cura riposta in questa sezione, per nulla inferiore rispetto a quella dedicata alla Formula 1 contemporanea. Dal canto suo, quest’ultima vede una leggera revisione della modalità carriera, arricchita di qualche piccolo elementi. Young Driver Test, invece, come sempre, è la scuola che ci accompagna lungo i primi chilometri percorsi, spiegandoci basi e principi della guida con sfide studiate ad hoc per addestrare i principianti. Non manca la facoltà di partecipare a un veloce Gran Premio, o di effettuare le consuete Prove a Tempo, dove potrete tentare di levigare il vostro stile di guida all’inverosimile.

Sono presenti diverse modalità, che consentono di aumentare la longevità complessiva del gioco.

Ottima e davvero interessante la modalità Scenario, che offre l’opportunità di seguire l’intero ciclo professionistico di un pilota attraverso sfide basate sul vostro grado di esperienza. In genere, sarete messi di fronte a situazioni particolari da risolvere seguendo vari obiettivi: potreste essere chiamati a battere il tempo del vostro compagno di squadra, guadagnare un tot di secondi su un preciso rivale, mantenere la posizione per un certo numero di giri e molto altro ancora. Un’aggiunta molto gradita, che stempera la congenita ripetitività di alcune delle modalità più classiche. Accenniamo infine, all’immancabile ritorno della componente online: previste gare a 16 giocatori e molte opzioni per personalizzare i propri Gran Premi. F1 2013 insomma, non si ricicla, ma si perfeziona ed espande, rendendo ancora più solido il proprio trono come miglior simulatore di Formula 1 disponibile sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *