Giovane stagista regala per errore videogioco a milioni di giocatori

La fine del 2022 è stata caratterizzata da un regalo inaspettato fatto a migliaia di giocatori e giocatrici ma adesso è saltato fuori il motivo per cui poi questa inaspettata strenna natalizia è stata rimossa e sostituita con altro.

A giudicare da quello che è apparso improvvisamente su uno dei profili social del publisher che si stava occupando della distribuzione, alla base di tutto ci sarebbe stato un errore da parte di uno stagista. Ora resta da vedere come questo errore verrà trattato dalle società coinvolte. Da parte nostra speriamo solo che lo stagista venga magari perdonato. Del resto negli anni abbiamo visto errori molto più grossi commessi non dall’ultimo arrivato o dall’ultima arrivata ma da chi si trova ai piani alti.

errore epic death stranding
Errore stagista (videogiochi.com)

E anche la comunicazione è ora oggetto di un’altra discussione come èstato per il gioco. Le scuse sono infatti arrivate solo su Weibo, l’equivalente cinese di qualcosa a metà strada tra Twitter e Facebook. Abbiamo controllato e effettivamente sugli account occidentali non c’è traccia di un messaggio di spiegazione.

Il mistero di Epic troppo generosa finalmente risolto

Nell’ultimo scampolo di 2022, Epic Games Store cominciò a mostrare sui social alcuni giochi temporaneamente gratuiti. Il giorno di Natale fu la volta di Death Stranding. Come se il gioco prodotto da Kojima non fosse da solo in grado di creare parecchio trambusto, per una manciata di ore sul sito di Epic fu resa disponibile la Director’s Cut, che fu poi però eliminata e sostituita dal gioco base. Tutti avevamo classificato questa situazione come un possibile disguido tecnico e in realtà più o meno questo è quello che è successo.

death stranding offerta epic
Death Stranding (videogiochi.com)

Dall’account che la società detiene su Weibo, il grande social in lingua cinese, arriva la spiegazione: a quanto pare un giovane regista di Epic avrebbe per errore reso disponibile gratuitamente la versione Director’s Cut di Death Stranding anche se l’accordo con 505 Games prevedeva in realtà la versione base. Ora, come è facile intuire dall’ultima riga del messaggio, che possiamo leggere in traduzione dal cinese grazie ai colleghi di Exputer, la società è nel pieno di una discussione con il publisher riguardo il problema che si è creato. Un problema che ha ovviamente generato un buco là dove sarebbero dovuti essere i guadagni di un bel po’ di Director’s Cut. Quello che è particolarmente strano però, è che le scuse, con tanto di emoji di pupazzetto prostrato a terra, è solo appannaggio dei cinesi.

Epic si scusa ma solo in Cina

L’uscita scelta il giorno di Natale doveva ovviamente essere un grande regalo a tutti che si è trasformato in un enorme regalo ma anche in un enorme problema quando qualcuno, e fatichiamo un po’ a credere anche noi che sia stato dato a uno stagista il compito di gestire la distribuzione gratuita di uno dei giochi dell’anno senza un minimo di supervisione, ha messo una spunta invece di un’altra. Avevamo già tutti però comunque classificato l’incidente come errore involontario quando abbiamo scoperto che Epic ha voluto, ho dovuto, scusarsi quanto meno con i giocatori cinesi, probabilmente a causa delle regole strettissime che riguardano la tutela dei consumatori nel Paese.