Grosse novità per Lies of Pi, il Soulslike con Pinocchio

Lies of Pi, il soulslike che dovrebbe farci ricredere sulla storia di Pinocchio, è in sviluppo presso in team di Neowiz e la sua premessa è talmente folle che tutti stiamo aspettando di vederlo in azione. Stando a una recente intervista, le performance grafiche saranno da capogiro.

Il soulslike del burattino di legno che si ritrova a vivere in un mondo alla Bloodborne ci intriga, è inutile negarlo. Sarà patriottismo sarà che ci vuole coraggio a prendere una favola e a trasformarla in un gioco violento (anche se Pinocchio non è proprio una favoletta leggera), sarà che il suo team di sviluppo non si lascia scappare nulla e non sembrano esserci insider abbastanza vicini da buttare un occhio su quello che sta succedendo. Tutto è molto misterioso.

Grosse novità per Lies of Pi, il Soulslike con Pinocchio
Grosse novità per Lies of Pi, il Soulslike con Pinocchio (foto: youtube)

Ma, in una recente intervista fatta con i colleghi di Gaming Bolt, siamo in grado di valutare almeno alcuni dettagli relativi alle performance grafiche del gioco che, occorre ricordarlo, è previsto in uscita solo su console nextgen.

Lies of Pi, due modalità grafiche per il burattino bugiardo

Lies of Pi non uscirà prima dell’anno prossimo e c’è un motivo valido: il team di Neowiz sta cercando infatti di creare un prodotto in grado di girare con una risoluzione in 4k a 60fps in modalità Performance. Dalle quattro chiacchiere che i colleghi di Gaming Bolt hanno fatto con i ragazzi di Neowiz apprendiamo infatti che il gioco avrà due modalità grafiche: la modalità Risoluzione e la modalità Performance. La prima punta a girare in 4k con 30fps mentre la seconda viaggia a 1440p a 60fps.

Grosse novità per Lies of Pi, il Soulslike con Pinocchio
Grosse novità per Lies of Pi, il Soulslike con Pinocchio (foto: youtube)

Ma il loro obiettivo finale per la modalità Performance è in realtà raggiungere proprio i 60fps con un output in 4k. Non si è parlato di ray tracing che potrebbe esserci o meno e i ragazzi di Neowiz non hanno neanche specificato se questa potenza sarà gestita da entrambe le versione della console Microsoft di nuova generazione. Conoscendo l’hardware però è difficile immaginare che si potrà avere un livello tale di qualità sulla meno potente Xbox Series S. Più facile che le due modalità daranno il meglio di sè su PS5 e Xbox Series X.

E su PC? Non ci sono dettagli neanche in questo senso ma è chiaro che a meno di un miracolo di ottimizzazione sarà necessaria almeno un’altra configurazione un po’ meno pesante sulle macchine meno performanti. A meno che lo scopo ultimo del team di sviluppo non sia creare una sorta di esclusiva fascia medio/alta anche per PC.