Hyrule Warriors, perché la copertina è così “affollata”

Hyrule Warriors
Hyrule Warriors copertina troppo “affollata” (screenshot YouTube)

Ogni mercato ha una sua versione e traduzione di un titolo. Ecco cosa è successo con l’ultimo capitolo di Hyrule Warriors

Non è una novità che i titoli e capitoli nella lingua d’origine del videogioco, subiscano una traduzione. All’interno del mercato in cui vengono proposti prendo nomi diversi nella lingua di riferimento. Uno degli esempi più lampanti è proprio Nintendo, casa che da sempre traduce in base al mercato cui viene presentato il videogioco. Ecco quindi che prendono vita anche boxart in relazione alla zona geografica proposta. Hyrule Warriors, L’Era della Calamità è l’esempio lampante.

Accadono cose molto curiose quando ci sono mercati poliglotti, che hanno come lingue ufficiali anche più di due. Ad esempio la Svizzera ne ha 3 quali italiano, francese e tedesco ecco quindi che le cose si vanno a sovrapporre. Proprio da qui, ci sono segnalazioni di copertine con esposto il logo in lingua italiana. Tutto intorno si costellano anche quelli in tedesco e francese in quanto tutte e 3 sono lingue ufficiali.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> CoD Cold War, confronto tra PS5 e Xbox Series X – VIDEO

Hyrule Warriors, troppi loghi sulla copertina

Hyrule Warriors
Hyrule Warriors copertina troppo “affollata” (screenshot YouTube)

Nonostante il rispetto verso tutti gli idiomi del mercato, quello che fa storcere il naso agli utenti è la poca armonia creata. Molto apprezzata dai player, in un titolo, è anche l’illustrazione frontale e tutto quello che viene rappresentato. Ma quando troppe cose, come in questo caso i titoli in 3 lingue differenti, riempiono in modo troppo “esagerato” l’effetto finale può risultare non proprio ottimale.

Ovviamente questo non succede nei mercati che hanno una sola lingua ufficiale come idioma. Ad esempio il gioco distribuito sul mercato italiano, sulla copertina, espone solo il logo del titolo in lingua italiana e nessun altro. Che dire, un evento particolare che divide il pubblico in chi ha fatto un sorriso e chi non l’ha visto proprio di buon occhio.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Far Cry 6: la data di uscita compare su Xbox Store