Metal Gear Solid V: il capitolo 51 non è il finale, non uscirà mai una versione completa

Il lancio di Metal Gear Solid V: Definitive Experience, fissato ad ottobre, ha riaperto vecchie ferite negli appassionati della serie, che fin dall’uscita del gioco originale lamentavano il taglio del capitolo 51.

Denominato Kingdom of Flies, Il Regno delle Mosche, questo capitolo di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain vede Liquid battersi con Venom Snake al termine di una caccia serrata. Eliminato dal gioco, è stato poi inserito tra i contenuti bonus dell’edizione per collezionisti.

Alle insistenze dei fan, il team social di Konami si è trovato costretto a tornare sull’argomento, spiegando che “la missione 51 non è completa, il suo sviluppo è stato cancellato prima dell’uscita iniziale di The Phantom Pain”.

“Il finale non manca e non è mai mancato, questo è un prequel di Metal Gear (lanciato nel 1987). La missione 51 è un contenuto aggiuntivo della storia che è stato cancellato prima che lo sviluppo fosse completato, ma senza dubbio non è il finale”.

In un ulteriore tweet, infine, Konami ha aggiunto che non ci sono piani per la realizzazione ufficiale del capitolo 51, che dunque non avrà una forma ‘completa’ come parte di un DLC.

Metal Gear Solid V è oggetto di polemiche fin dal giorno del lancio, sia per la sua struttura insolita per un episodio della serie Metal Gear, sia per i tagli e le imposizioni fatte al progetto di Hideo Kojima.

Kojima stesso è stato indotto a lasciare la compagnia, com’è noto, e rifondare il proprio studio in maniera del tutto indipendente. Oggi il director è al lavoro con Sony su Death Stranding per PS4.

Fonte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *