Netflix ha appena comprato uno studio di sviluppo per videogiochi

Netflix fa sul serio per quanto riguarda i videogiochi, e infatti ha appena comprato uno studio di sviluppo per creare nuovi titoli. 

Una volta praticamente intrattenimento di nicchia, oggigiorno fortunatamente i videogiochi sono usciti allo scoperto e sono diventati argomento di conversazione e di discussione più diffuso. Anche come conseguenza alla pandemia globale di Covid-19, in tanti si sono avvicinati per la prima volta a questo mondo, iniziando pian piano a sperimentare e a giocare alcuni dei prodotti più vicini ai loro gusti, contribuendo alla democratizzazione del videogioco. Nel bene e nel male, ovviamente.

Netflix ha appena comprato uno studio di svuluppo per videogiochi
Netflix ha appena comprato uno studio di sviluppo per videogiochi

Proprio la diffusione incredibile dei videogiochi ha causato anche un’ibridazione continua tra questo medium e altri forme di intrattenimento, come le serie TV ed i film. Non che la cosa sia nuova, anzi. Ma nell’ultimo periodo i prodotti nati da questa influenza reciproca sono molto più seri e qualitativamente superiori rispetto a quelli di un tempo. In particolare, come spesso accade in questo ambito, è Netflix a dominare incontrastata, con prodotti di primissimo livello come The Witcher. Ed è proprio la grande N rossa a star iniziando a pianificare una manovra che potrebbe per sempre cambiare la storia. Come questa modifica ad Elden Ring.

Netflix ha acquistato uno studio di videogiochi, la cifra

Come vi abbiamo spesso ripetuto, Netflix vuole entrare e anche con una certa prepotenza nel mercato dei videogiochi. Grazie alle proprie IP famose in tutto il mondo e ad un’utenza soprattutto di giovani, è facile pensare che questa sia una mossa strategica volta a mettere piede in un altro business di dimensioni importanti.

Netflix videogiochi
Netflix videogiochi

Netflix ha già dei videogiochi ufficialmente presenti sul mercato, disponibili nella sezione apposita degli store per dispositivi Android e iOS. Ora però vuole fare il passo successivo ed ha infatti deciso di acquistare la casa di sviluppo che ha lavorato ai suoi giochi, ovvero Next Games. La cifra dell’operazione è di circa 65 milioni di dollari.

Siamo entusiasti che Next Games si unisca a Netflix come studio principale in una posizione strategica e in un mercato di talenti chiave, espandendo le nostre capacità interne per i videogames, ha scritto Michael Verdu, presidente della divisione gaming di Netflix. “Siamo solo all’inizio nel mondo dei giochi, sono fiducioso che insieme a Next Games saremo in grado di costruire un portafoglio di giochi di livello mondiale che delizieranno i nostri membri in tutto il mondo.