Netflix ha una sorpresa per chi ama i videogiochi

Si è da non molto concluso l’ormai appuntamento periodico fisso con il TUDUM di Netflix e in occasione dell’evento ufficiale della piattaforma c’è stato un po’ di spazio anche per i videogiochi.

In particolare stavolta la grande N rossa ha acoclto nel suo servizio di videogiochi un titolo che è nel cuore stesso di tutti i suoi fan e che, dopo un giro lunghissimo, potremmo dire è tornato a casa.

Netflix ha una sorpresa per chi ama i videogiochi
Netflix ha una sorpresa per chi ama i videogiochi (foto: Youtube)

Ed è tornato a casa, tra le altre cose, in una versione del tutto particolare. Se non avete avuto ancora modo di perdervi nello strano mondo di Oxenfree questo è il momento adatto. Ecco come averlo anche voi.

Netflix regala Oxenfree, uno dei suoi primi videogiochi

Oxenfree è una piccola perla indie che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita a prescindere dai videogiochi che si apprezzano di più. Ed ha dietro di se uno studio che, in realtà, nasce come studio interno a Netflix. E questo percorso lo ricorda anche Sean Krankel, cofondatore e studio director di Night School Studio: “Come studio di sviluppo di Netflix, abbiamo il supporto migliore per portare Oxenfree: Netflix Edition a un pubblico globale“.

Netflix ha una sorpresa per chi ama i videogiochi
Netflix ha una sorpresa per chi ama i videogiochi (foto: Youtube)

E il supporto è stato immediato perchè, adesso, nella sua nuova edizione per iOS e Android, il surreale Oxenfree ha una gamma amplissima di sottotitoli che probabilmente lo rende un unicum nel panorama dei videogiochi in genere, dato che comunque già al primo rilascio le versioni erano diverse. E, cosa che non succede spesso, c’è anche una versione in italiano per fortuna.

Ma Oxenfree è un ritorno all’ovile importante proprio perchè, nonostante Netflix stia rilasciando da tempo videogiochi ai suoi abbonati, questa è davvero la prima volta che il videogioco in questione potremmo dire è un first-party e non frutto di qualche accordo con altri team. Viste le performance del gioco di Night School Studio nel suo lungo pecorso che dalla prima uscita nel 2016 lo ha portato su tutte le piattaforme al momento presenti, non ci stupisce che sia arrivato ora il momento anche per la sua piattaforma madre di capitalizzare sul successo di questo titolo onirico e surreale, per far crescere un po’ quela grama percentuale di abbonati che oltre a guardare i prodotti Netflix li gioca.