Nioh Collection su PS5, il gameplay diventa il fulcro del progetto

Non tanto la grafica quanto il gameplay, questo il filo conduttore che ha portato Nioh Collection su PS5. Il tutto grazie al DualSense 

Nioh Collection
Nioh Collection PS5, gameplay potenziato con il DualSense (screenshot YouTube)

Sono già passati 4 anni dall’uscita del primo capitolo di Nioh, il titolo di Koei Tecmo e Team Ninja che ha riscosso un gran successo. Ora sta per ritornare su PS5 in remastered, ma con improntati novità. Si può acquistare singolarmente od insieme a Nioh 2 all’interno della Nioh Collection Edition.

La Collection al suo interno, oltre ad entrambi i giochi, ha tutti i DLC esistenti. In tal modo vengono garantire migliorie in ambito grafico e una fluidità superiore. Tuttavia, quello che sicuramente stupisce, è che la Collection non si basa su una grafica next-gen.

Leggi anche -> TRIGGERED – Ryu pronto a sparare e ballare sui cadaveri in Fortnite

Il gameplay di Nioh Collection a livelli estremi su PS5 grazie alle funzioni per il DualSense

Nioh Collection
Nioh Collection PS5, gameplay potenziato con il DualSense (screenshot YouTube)

Cosa significa quindi? Nonostante ciò, il Team Ninja, presenta nuove ambientazioni e combattimenti che vanno a soddisfare il giocatore nonostante non si punti in primis sulla grafica migliorata. Si ci ritrova catapultati in un affascinante Giappone feudale che fa da sfondo al titolo. Il cambiamento rispetto all’originale si trova nella scelta delle tre modalità grafiche disponibili. Vi è una standard, che offre una risoluzione a 1080P ed un framerate di 60 FPS. Poi una modalità a 4K, che va a migliorare i giochi graficamente ma non ne sacrifica la velocità nell’esecuzione. Infine una terza modalità a 120 fps ma nuovamente a 1080p.

Ma quello che rappresenta sul vero cambiamento di rotta è come viene utilizzato il DualSense. Questo va ad enfatizzare i combattimenti attraverso le vibrazioni sugli impatti delle armi ed suoni che caratterizzano gli scontri. Inoltre vi è anche un comparto audio di tutto rispetto, potenziato dal Tempest 3D Audiotech di PS5. Quindi acquistare la Collection per PS5 è una scelta molto consigliata, nonostante non sia principalmente per l’aspetto grafico.

Leggi anche -> Dinosaur Planet di Rare è ricomparso ed è giocabile

L’unico lato negativo sta nel fatto che, chi ha PS4, può giocare solo attraverso una modalità emulata. Strano che il team di sviluppo non abbia puntato, come di consueto, verso l’aspetto e la grafica. Ma probabilmente questo sta ad indicare come il lavoro abbia avuto un impatto più diretto verso l’interazione utente. Non resta che provarlo. No?

LINK UTILI

Ps5 con lettore
Ps5 con lettore (screenshot YouTube)