Olografia: grazie a un'azienda giapponese diventa realtà

Gli sviluppatori di zSpace, una piattaforma hardware interattiva, e l'Ishikawa-Watanabe Laboratory dell'Università di Tokyo hanno progettato un'interfaccia 3D ad alta velocità utilizzabile con i gesti della mano. Questo sistema è in grado di identificare con precisione la posizione dell'arto dell'utente e consentirgli di interagire con un display olografico.

Il sistema, dotato di una risposta a bassa latenza, utilizza telecamere stereo ad altissima velocità in grado di riconoscere gesti e posizioni in uno spazio tridimensionale a 500 frame al secondo. Anche movimenti veloci e lievi possono essere facilmente identificati, caratteristica che consente a questa piattaforma di creare una sensazione di immersione totale nell'ambiente virtuale.

Fra le applicazioni possibili di questa tecnologia figurano le operazioni chirurgiche, poiché "l'utente può operare su immagini tridimensionali senza toccare nulla", e le arti creative. Potete vedere come funziona l'interfaccia nel video qui sotto:

Leave a reply