Ecco perché questo videogioco costa quasi 6 mila euro

Capita di tanto in tanto di pensare a quando i videogiochi non erano a portata di mano e per potersi fare una partita bisognava arrivare al più vicino cabinato. Se avete qualche spicciolo da parte ora potete comprarvene uno e averlo a casa.

Esiste infatti una società che ha lo scopo dichiarato non di riportare in auge vecchie glorie del passato restaurando i cabinati ma creare da zero posizioni arcade con giochi contemporanei. Una scelta che può sembrare anacronistica ma che aiuta a preservare la storia dei videogiochi.

Ecco perché questo cabinato costa quasi 6 mila euro
Ecco perché questo cabinato costa quasi 6 mila euro (foto: Youtube)

Nello specifico DSM Arcade ha deciso di creare un totem con luci e suoni in cui poter giocare il famigerato Nidhogg 2, sequel dell’omonimo primo capitolo Nidhogg e uscito nel 2017. Un gioco violento che si diverte ad essere violento con uno multiplayer locale che funziona alla grande con i comandi del cabinato.

Il cabinato da 6 mila euro in cui dare fondo alla vostra cattiveria

Come dicevamo, dentro questo camminato che è in tutto e per tutto curato nei dettagli esattamente come succedeva 30 anni fa, potete giocare con Nidhogg 2. Si tratta di un titolo che mescola in maniera creativa e truculenta le dinamiche dei picchiaduro con il tiro alla fune. Ad occuparsi di quella che potremmo definire cabinet art, in mancanza di una cover, è lo stesso Toby Dixon che ha dato forma artistica alle idee del team di sviluppo indipendente Messhof.

Ecco perché questo cabinato costa quasi 6 mila euro
Ecco perché questo cabinato costa quasi 6 mila euro (foto: Youtube)

La storia di questo team di sviluppo con sede in California è iniziata nel 2011 proprio con Nidhogg uscito per PC attraverso la piattaforma Steam, su PS4 e sulla sfortunata PSVita portandosi a casa anche tre riconoscimenti importanti: quello come gioco indipendente migliore dell’edizione 2011 di Eurogamer Expo, il Nuovo Award di IGF GDC e poi ancora nel 2013 per il game design alla Indicade.

Un gioco con tutte le carte in regola per diventare un classico e che quindi si è trovato potremmo dire un po’ costretto a ritornare a far venire il mal di testa ai giocatori con il secondo capitolo uscito nel 2017 di nuovo per computer, PS4 e poi Nintendo Switch e Xbox.

Anche Nidhogg 2 si è portato a casa un paio di premi, nello specifico un Webby Awards come miglior gioco multiplayer competitivo nel 2019 e un premio come miglior picchiaduro dell’anno nel 2018 in occasione dei DICE Awards. Un gioco di tutto rispetto e che quindi ora trova una sua nuova vita come lussuoso cabinato.