PS4 Pro dovrà competere col PC, non con Project Scorpio, per Sony

In un’intervista concessa al Guardian, Andrew House, CEO di SIE, ha specificato che PS4 Pro nasce per competere col PC e non con Project Scorpio.

“Ho visto alcuni dati che mi hanno davvero influenzato. Suggerivano che c’è un calo nel mezzo del ciclo vitale di nua console dove i giocatori che vogliono la migliore esperienza grafica iniziano a migrare verso il PC, perché è ovviamente lì che la troveranno”, ha spiegato House.

“Volevamo tenere queste persone nel nostro ecosistema dando loro la migliore e la più elevata qualità”.

Il dirigente si è poi mostrato molto cauto quando si è trattato di dire se PS4 Pro e Project Scorpio porranno fine al concetto tradizionale di generazione:

“Penso che, dal momento che questo è la nostra prima incursione in questo tipo di innovazione mid-cycle, sia troppo presto per dirlo”.

Gli annunci relativi ai due nuovi hardware Sony non sono stati eccessivamente inaspettati ma, secondo gli analisti, il prezzo di lancio di PS4 Pro segna un punto a favore della multinazionale giapponese.

“I prezzi indicati danno a Sony una grande vantaggio. PS4 Slim compete con Xbox One S ma PS4 Pro è un vero affare. Allo stesso prezzo della versione di Xbox One S da 2 TB, si otterrà un TB aggiuntivo e un futuro volto al 4K. Penso che le vendite durante le vacanze saranno alle stelle e sono davvero sorpreso che esca proprio quest’anno”, ha dichiarato Michael Pachter.

Un altro noto analista, David Cole, ha rincarato la dose, asserendo:

“L’unico vero grande problema riguarda il fatto che Sony ha indicato una data precisa e ha determinato un prezzo effettivo. Questo potrebbe essere l’ultimo chiodo che Sony pianta nella bara di Microsoft e di Xbox One dal momento che per Project Scorpio i consumatori dovranno attendere fino al 2017. Sony potrà vantare il possesso del sistema più potente anche in termini di VR ed, inoltre, il piano è talmente ben riuscito che lascerà i giocatori senza alcun motivo per aspettare. Si tratta, di fatto, di una proposta convincente a tutto tondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *