Scorn sfrutterà al massimo Xbox e PC grazie a nuova tecnologia

Scorn, il progetto che Ebb Software sta portando avanti, oltre ad essere interessante sotto il profilo dei temi e delle ispirazioni sarà anche un esperimento tecnologico per chi lo giocherà su PC e Xbox.

Abbiamo imparato a conoscere questo videogioco in prima persona soprattutto per le ambientazioni molto particolari ma è chiaro che oltre ad essere ispirato a delle vere e proprie opere d’arte, il videogioco che si rifà al genio di H.R. Giger, va anche valutato dal punto di vista di cosa saranno capaci di tirare fuori dall’hardware i suoi developer.

Scorn sfrutterà al massimo Xbox e PC grazie a nuova tecnologia
Scorn sfrutterà al massimo Xbox e PC grazie a nuova tecnologia (foto: Youtube)

Manca ancora un po’ meno di un mese all’uscita, prevista per il prossimo mese di ottobre, e adesso non soltanto i fan del gioco non vedono l’ora di vederlo all’opera ma anche tutti coloro che sono curiosi di vedere le potenzialità al momento non del tutto espresse del nuovo Windows 11.

Scorn e la prima volta de DirectStorage

La notizia, come in realtà ultimamente stiamo vedendo spesso, è nata come risposta data dal developer sui social a un utente che chiedeva una domanda specifica. Lo scambio di battute, all’apparenza innocuo, si è però trasformato in pratica in un topic tra gli amanti della tecnologia. Alla domanda se il DirectStorage sarebbe stato supportato solo su Xbox o anche su PC il profilo ufficiale di Scorn si è limitato a rispondere: “il DirectStorage è supportato su entrambi”.

Scorn sfrutterà al massimo Xbox e PC grazie a nuova tecnologia
Scorn sfrutterà al massimo Xbox e PC grazie a nuova tecnologia (foto: Youtube)

Se ancora non vi è capitato di fare questo genere di discorsi con amici e amiche cui piace smanettare dentro Windows, il DirectStorage è una tecnologia presente nelle nuove DirectX12 e che ha lo scopo di velocizzare il più possibile il caricamento dei giochi o di parte dei giochi sia quando si avviano sia quando si è nel pieno della partita. Quello che è possibile apprezzare quando entra in azione DirectStorage è che il framerate migliora, così come i tempi di caricamento. Il trucco sta nel fatto che la tecnologia DirectStorage distribuisce il carico di lavoro che sarebbe solo della CPU anche tra GPU e VRAM.

Sarà un modo per tutti quelli che volevano vedere questa tecnologia all’opera per toccare con mano ciò di cui è effettivamente capace. E sarà ancora più interessante vedere come si comporterà Scorn, soprattutto perché nonostante il lavoro cheEbb Software sta portando avanti non dobbiamo dimenticare e che si tratta comunque di un gioco che sfrutta ancora Unreal Engine 4: una affascinante commistione tra tecnologia di vecchia generazione e novità assoluta.