Il sequel di Wolfenstein: The New Order potrebbe essere reale

È da un po’ che si parla del sequel di Wolfenstein: The New Order, sparatutto in prima persona vecchio stile realizzato dallo studio svedese MachineGames. Il titolo fu rilasciato nel 2014 e venne apprezzato sia dalla critica che dal pubblico. Nel 2015 venne invece rilasciata un’espansione stan-alone, The Old Blood, che raccontava fatti antecedenti a quelli del gioco originale.

Un sequel vero e proprio non è ancora stato annunciato, ma durante la conferenza che Bethesda tenne all’E3 2016 comparve un’immagine raffigurante un finto file cmd.exe: tra le varie scritte, era ben visibile “New_Colossus”, posta esattamente sotto ai titoli degli altri capitoli della serie. Tutti hanno pensato ad un indizio sull’esistenza del sequel: The New Colossus, infatti, è anche il titolo del sonetto che si trova ai piedi della Statua della Libertà e recitato da Blazkowicz alla fine di The New Order.

Il mistero si arrichisce ora di un altro tassello: Brian Bloom, l’attore che ha dato la voce a B.J. Blazkowicz, in un’intervista rilasciata a TwoLeftSticks, ha suggerito che il seguito di Wolfenstein: The New Order potrebbe essere in lavorazione.

Bethesda non ha ancora dichiarato nulla al riguardo, ma l’esistenza di un seguito sembra ormai palese. Attendiamo impazienti l’annuncio ufficiale.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *