Studio dimostra come un famoso videogioco abbassi lo stress

Un videogioco potrebbe aiutarvi a gestire meglio lo stress e ad alleviare parte della sintomatologia degli stati depressivi non gravi, queste le conclusioni cui è arrivato uno studio inglese.

Sui videogiochi, a favore o contro, si sono dette e si dicono e probabilmente si continueranno a dire molte cose. C’è chi è ancora convinto che giocare ai videogiochi violenti renda persone violente, chi vorrebbe controllare in maniera totale quello che avviene negli studi di sviluppo e poi ci sono le esperienze dirette dei giocatori che molto spesso trovano nei videogiochi e nelle community online che si creano intorno ad alcuni titoli un supporto nei momenti più bui.

Studio dimostra come un famoso videogioco abbassi lo stress
Studio dimostra come un famoso videogioco abbassi lo stress (foto: Unsplash)

Ovviamente non tutti i videogiochi sono uguali e ovviamente non tutte le community sono luoghi positivi e idilliaci in cui poter sperimentare i migliori sentimenti del genere umano. Ciò non toglie che ci sia la possibilità di sentirsi meglio giocando. E lo dimostrerebbe uno studio che ha preso in esame quello che è successo online nel momento in cui è stato rilasciato per la prima volta Pokémon Go.

Pokémon Go, il videogioco che combatte lo stress

I risultati di questo studio sono stati pubblicati sul sito specializzato Taylor & Francis Online nel Journal of Management Information Systems. Lo scopo dello studio, così si legge nell’abstract, è stato indagare “gli effetti dei videogiochi mobile basati sul movimento sui trend locali di depressione”. E per fare ciò è stata utilizzata una tecnica ormai consolidata nella letteratura medica relativa alla salute pubblica: la registrazione e l’analisi delle ricerche online di termini legati alla depressione.

Studio dimostra come un famoso videogioco abbassi lo stress
Studio dimostra come un famoso videogioco abbassi lo stress (foto: Unsplash)

Da questo studio empirico è venuto fuori che nei Paesi in cui è stato rilasciato Pokémon Go a quanto pare il numero di ricerche online relative alla depressione è calato drasticamente in maniera “sproporzionata”. Ovviamente si tratta di un primo studio empirico che non ha preso in esame interviste a soggetti affetti da stati di ansia o depressione che abbiano o meno effettivamente trovato giovamento nel giocare a Pokémon Go ma, questa è la conclusione cui è arrivato il team di scienziati, c’è comunque una possibile correlazione tra l’introduzione di un videogioco mobile che promuove il movimento e le attività all’aria aperta e l’incontro con altri e la diminuzione dei sintomi legati alla depressione.

Nonostante sia solo un primo studio si tratta comunque di un primo passo nello studio di una possibile correlazione tra l’utilizzo di alcuni videogiochi e la possibilità di combattere lo stress e gli stati di ansia. In sé, questo studio è ovviamente limitato dato che si è concentrato sul momento in cui il videogioco è stato rilasciato, quella famosa estate del 2016, e occorrerebbe quindi sapere se negli anni successivi all’uscita del gioco questi trend di ricerca si sono mantenuti bassi.