Tekken questa sera in TV: le peculiarità rispetto ai videogiochi

Tekken, film basato sulla serie di videogiochi picchiaduro, questa sera in tv in prima serata; le differenze coi titoli videoludici.

tekken
Jin in Tekken 6 (fonte: YouTube).

Questa sera, in prima serata su Mediaset 20 arriva Tekken, film live-action basato sull’omonima saga picchiaduro sviluppata e prodotta da Bandai Namco. La serie, sin dal suo esordio negli anni ’90, ha intrattenuto milioni di videogiocatori in tutto il mondo, diventando un franchise apprezzatissimo.

Per questo, nel 2009, Crystal Sky Pictures e GAGA Communications hanno deciso di realizzare una pellicola live-action, distribuita in Italia da M2 Pictures; in vista della visione di questa sera, scopriamo insieme qualche peculiarità del film rispetto ai videogiochi.

Leggi anche –> Superlega, uno Youtuber simula su Fifa il torneo della “discordia”: il risultato – VIDEO

Tekken, cosa cambia nel film rispetto ai videogiochi

tekken
Un’immagine dal trailer del film (fonte: YouTube).

Per chi non conoscesse la trama, il film è ambientato nell’anno 2039; Jin Kazama, un lottatore, vendica la morte della madre partecipando al torneo Tekken, uno duro scontro basato sull’uso delle arti marziali. Una delle prime differenze sta proprio nell’ambientazione: nei videogiochi, non esiste nessuna città chiamata Tekken City e il torneo non si svolge solo negli Stati Uniti d’America (come nella pellicola) ma in più parti del mondo.

Diverso anche lo scopo per cui Jin partecipa al torneo, quello di uccidere Ogre, il dio della lotta (colpevole della morte della madre Jun Kazama nei videogame) e non Heihachi. Inoltre, il protagonista è già a conoscenza dell’identità di suo padre, così come quella di suo nonno, Heihachi Mishima, che lo addestra.

Piccole differenze anche per le origini di Jin, figlio di uno stupro nell’opera cinematografica (come confessato da Heihachi, abusata da Kazuya dopo un torneo) mentre nel videogioco Jin è il frutto di una relazione avuta da Jun e Kazuya dopo il secondo torneo del “Pugno di ferro”.

Leggi anche –> Mortal Kombat: come vedere i primi minuti del film GRATIS

Nel suo complesso, il film è stato comunque un flop totale, sia a livello di incassi (quasi una perdita totale) sia a livello artistico, con Katsuhiro Harada (team di sviluppo dei videogiochi) che lo definì pessimo.

LINK UTILI

La console Sony (fonte: YouTube).