The Witcher 3 su next-gen? CDPR vuole i modder a bordo

The Witcher 3 in versione per console next-gen potrebbe ricevere un aiuto insospettato: a quanto pare CD Projekt Red ha contattato almeno un modder per farsi dare una mano.

The Witcher 3 su next-gen? CDPR vuole i modder a bordo
The Witcher 3 su next-gen? CDPR vuole i modder a bordo (foto: youtube)

Per passare su PlayStation 5 e Xbox Series X/S serve qualche aggiustamento a The Witcher 3 ma il gioco, uscito per la prima volta nel 2015, potrebbe avere una iniezione di miglioramenti direttamente dai modder che hanno già lavorato sul titolo.

I motivi per cui uno sviluppatore decida di accogliere le modifiche fatte dai fan sul gioco ufficiale sono molteplici. A noi ne è venuta in mente più di qualcuna già.

Solitamente il modder è un fan talmente fan da voler migliorare quello che gioca. Alcuni, come quello che ha sistemato i tempi di caricamento di GTA Online, hanno ispirato poi cambiamenti ufficiali, altri sono meno apprezzati ma tollerati. altri ancora non fanno nulla di male, per esempio quando vi parlammo di Tifa Lockhart che era sbarcata nell’arena di Tekken.

Leggi anche -> I dettagli dell’indagine contro gli SMURF da parte di Valorant

Arrivano i modder su The Witcher 3: alla luce del sole

The Witcher 3 su next-gen? CDPR vuole i modder a bordo
The Witcher 3 su next-gen? CDPR vuole i modder a bordo (foto: youtube)

Stavolta i modder potrebbero essere più di un gruppo di fan con le tastiere fumanti. Arrivano notizie ufficiali che CD Projekt Red ha contattato almeno uno dei modder che hanno lavorato su The Witcher 3 per farsi aiutare a portare il titolo sulle console next-gen nel migliore dei modi.

Uno di questi modder assurti a ruolo di sviluppatore facente funzioni è Halk Hogan, che ha portato avanti il progetto The Witcher 3 HD che ha ufficialmente annunciato di essere stato contattato da CDPR per una “cooperazione” che potrebbe portare proprio lo HDPR sulla versione ufficiale di The Witcher 3 per next-gen.

Da parte di CDPR non c’è nessun accordo ufficiale, fanno sapere. Si sta parlando ancora, sembrerebbe ma è sicuramente un passo in una direzione che molti gradiranno e altri guarderanno con occhi scettici.

Da parte nostra speriamo che innanzitutto se viene utilizzato il lavoro di un modder ci sia una compensazione che vada oltre il ti facciamo pubblicità. Perchè se è vero che il modder lo fa per la gloria, quando il developer ci guadagna la gloria può essere accompagnata da qualche spiccio.

Leggi anche –> I 10 giochi più venduti per Nintendo Switch: la classifica

Ma perchè chiedere l’aiuto da casa? Poca voglia di lavorare? Schierzi a parte, probabvile che sia una manovra per far sentire apprezzata la community di modder di The Witcher come CDPR sembra comunicare con i modder che invece smanettano su Cyberpunk 2077. E chissà che non sia anche un modo per fare ammenda. Ma per sapere se a Saber Interactive, che si sta occupando del porting su next-gen, serva una mano aspettiamo una dichiarazione ufficiale dai developer.

LINK UTILI

The Witcher 3 su next-gen? CDPR vuole i modder a bordo
The Witcher 3 su next-gen? CDPR vuole i modder a bordo (foto: youtube)