Videogioco di Gomorra, la petizione: ambientazione e trama

Con l’ascesa della serie TV tutta italiana Gomorra, diventata un cult del genere crime, che porta a galla le realtà criminali raccontate nei romanzi di Roberto Saviano, opere da cui la serie trae ispirazione, ecco apparire una petizione online per la realizzazione del videogioco.

gomorra videogioco
Fonte: “YouTube”

La petizione, lanciata qualche tempo fa e passata piuttosto in sordina, è indirizzata ad una azienda in particolare: 2K Games. Il publisher, noto per aver pubblicato diversi progetti di successo come gli sportivi a tema wrestling più noti, passando per titoli iconici come Bioshock e Borderlands ma, soprattutto, videogiochi che risulterebbero estremamente simili ad un ipotetico progetto di sviluppo per Gomorra: la serie Mafia, che parla di gangster americani negli Stati Uniti.

Leggi anche –> Returnal mostra i nemici che affronteremo in un trailer agghiacciante – VIDEO

Petizione per portare Gomorra in forma di videogioco

gomorra videogioco
Tempo fa è stata creata una petizione per creare il videogioco di Gomorra. Fonte: “YouTube”

Oltre a 2K, che sembra stata la prima scelta per il creatore della petizione in questione, il tutto sembra indirizzato a publisher e sviluppatori ben specifici e determinati. Infatti, all’interno della petizione si possono scorgere i nomi di Ubisoft, Activision e Rockstar Games. Insomma, l’utente sembra puntare in alto, dato che si tratta di grosse realtà che si sono occupate di pubblicare titoli ad ampio budget.

Leggi anche –> IN-EAR – Hades: come scandire il gameplay e raccontare il mito

A giudicare dai publisher menzionati dall’utente, quel che egli si aspetta, forse, è proprio la realizzazione di un titolo open world molto simile, quindi, ai vari GTA e Mafia, usciti proprio grazie a 2K e Rockstar Games, con l’accuratezza architettonica certosina dimostrata da Ubisoft nei suoi Assassin’s Creed Unity e Syndicate ambientati rispettivamente a Parigi e Londra, noti per l’appunto per essere estremamente accurati e dettagliati.

La petizione, infine, viene inoltrata adducendo come motivazione il fatto che la serie TV risulta un prodotto innegabilmente diffuso e conosciuto in tutto il mondo, il cui adattamento sotto forma di videogioco, secondo il creatore della petizione, potrebbe godere di notevole interesse da parte dell’utenza totale e non solo quella italiana. Il videogioco, quindi, seguendo le vicende della serie TV e ambientata, quindi, a Napoli, potrebbe interessare non solo i clienti locali ma tutta una moltitudine di appassionati sparsi per il globo.

Purtroppo ad oggi la petizione risulta chiusa, con poco più di una decina di sostenitori, in cui figura una fittizia copertina fac-simile recante la custodia in versione PlayStation 4.

LINK UTILI