Videogioco ufficiale dell’esercito chiude dopo 20 anni

Per oltre vent’anni c’è stato un videogioco ufficiale dell’esercito americano che ha permesso gli Stati Uniti di raggiungere e reclutare nuove leve in modi assolutamente rivoluzionari. Ma tutto questo sta per finire.

L’annuncio è stato dato direttamente sul forum del gioco: America’s Army. Un titolo innovativo da tutti i punti di vista ma che, a quanto pare, adesso può ritirarsi dal campo e godersi una sua virtuale pensione mentre chi si è occupato del gioco dichiara che è ora di cambiare obiettivo “verso nuovi e innovativi modi per assistere l’esercito nelle comunicazioni e nel reclutamento”.

Videogioco ufficiale dell'esercito chiude dopo 20 anni
Videogioco ufficiale dell’esercito chiude dopo 20 anni (foto: Pexels)

Perché tra gli aspetti assolutamente innovativi del videogioco creato dall’esercito in un momento in cui l’arruolamento era in crisi nera, c’è stato sicuramente quello di essere in maniera più o meno plateale un modo per entrare in contatto con possibili nuovi soldati andando a esaminare le performance e le statistiche dei giocatori.

America’s Army, il videogioco dell’esercito che ha “inventato” il free to play

Abbiamo messo il termine inventato tra virgolette perché è chiaro che non è stato America’s Army a inventare questo genere di modello di business per i videogiochi ma sicuramente chi ha lavorato dietro le quinte ne ha visto il potenziale molto prima che diventasse il fenomeno che è adesso. Un modello di business che ha tenuto insieme tre titoli completi giocati da oltre 20 milioni di soldati virtuali. Il post sul forum ufficiale ha ovviamente il sentore di report militare e parla infatti di missione compiuta.

Leggi anche -> Brutte notizie per chi aspetta un nuovo Metal Gear Solid

Videogioco ufficiale dell'esercito chiude dopo 20 anni
Videogioco ufficiale dell’esercito chiude dopo 20 anni (foto: youtube)

L’annuncio riguarda la chiusura dei server ufficiali ma lascia aperto comunque uno spiraglio dato che le ultime righe dichiarano: “Non vediamo l’ora di sapere cosa ci sarà in futuro per AA e vi incoraggiamo a rimanere sintonizzati per i prossimi annunci della serie”. In un post creato appositamente si legge in realtà che a quanto pare a spegnersi sarà solo America’s Army: Proving Grounds. Proving Grounds è il capitolo più recente ed è quello attualmente giocabile ma il modo in cui è stato annunciato che il prossimo 5 maggio tutti i server ufficiali verranno spenti ci dà, di nuovo, la sensazione che ci sia qualcosa all’orizzonte.

Leggi anche -> Scalebound non è (ancora) morto, sviluppatore lancia appello ad Xbox

Non ci stupiremmo se tutta l’esperienza di questo videogioco ufficiale dell’esercito americano diventasse mobile e andasse quindi a fare la guerra a titoli come PUBG. Perché, al netto del suo scopo che era quello di mostrare a possibili reclute che cosa significa effettivamente lavorare nell’esercito americano, il potenziale di America’s Army è comunque quello di un gioco molto apprezzato dagli amanti del genere e, perchè no, degli orfani di Battlefield.