Xbox cambia le regole per gli acquisti, tegola per i free-to-play

Xbox cambia regole per gli acquisti nei giochi, cercando di proteggere i più piccoli e i genitori che scelgono la propria console per i figli. 

Fortnite shop
Fortnite shop

Nel mondo del gaming l’acquisto di videogiochi, e quindi la vendita del prodotto all’utenza, è soltanto un modo che una casa di sviluppo ha per fare denaro. Infatti con il successo sempre più importante dei battle royale e dei free-to-play, aumentano gli esperimenti di videogiochi che arrivano all’utente assolutamente gratis.

Per monetizzare però, le case di sviluppo lanciano degli elementi cosmetici come skin, animazioni e accessori. Con aggiornamenti continui e sempre nuove amenità da acquistare di giorno in giorno. Un calcolo veloce e si scopre che un utente medio, dopo qualche mese dal lancio, ha speso più per questi acquisti accessori, dilazionando i pagamenti nel tempo, che se avesse acquistato il gioco a prezzo pieno. 

Un problema che nasce tramite questi vantaggi è che anche i bambini o i più giovani, se hanno accesso ai metodi di pagamento dei propri genitori, iniziano a comprare e spendere senza accorgersi di star bruciando migliaia e migliaia di euro dalla banca. 

Xbox salvaguarda le famiglie dagli acquisti in-game: la novità

Xbox

Xbox ha già in passato provato a regolare la propria sicurezza dando funzioni aggiuntive a Xbox Family Settings, applicazione disponibile per Android e IOS. L’app consentiva alcuni livelli di controllo dei genitori per i propri figli come poter monitorare le ore di gioco, avere accesso alla chat di gioco e ricevere notifiche sulle attività che svolge la console.

Nel Blog di Xbox, Kim Kunes, General Manager della divisione Xbox Family, ha criticato il suo sistema, dichiarando che non c’era alcuna funzione per poter limitare gli acquisti che i bambini possono effettuare sulla propria Xbox. Fino ad oggi.

Con il nuovo aggiornamento è stata introdotta la possibilità di poter gestire la somma di capitale che possono spendere i propri figli e con la funzione “Chiedi di Acquistare”. Ogni volta che un bambino dovesse effettuare un acquisto apparirà una notifica sul cellulare del tutore che potrà scegliere se approvare o meno l’acquisto.

Leggi anche —> TRIGGERED – Mi aspetto un FIFA 22 spettacolare per giustificare EA

Leggi anche —> Videogioco di Cristiano Ronaldo supera Fortnite – VIDEO

Inoltre Xbox ha anche indirettamente alleviato il problema degli acquisti compulsivi da parte di bambini ingenui grazie al sistema del Game Pass, si spera che con queste nuove funzioni si possa finalmente garantire la sicurezza dei genitori di non perdere molti soldi a causa di acquisti compulsivi effettuati dai più piccoli.