Videogiocatori protestano coi lavoratori contro Activision Blizzard – VIDEO

Activision Blizzard è entrata nell’occhio del ciclone con tante denunce per le condizioni sul lavoro. E i giocatori supportano i lavoratori.

Activision Blizzard logo
Activision Blizzard logo

Activision Blizzard è nella bufera. L’enorme agglomerato dell’industria videoludica è infatti diventato bersaglio di tante denunce da parte di lavoratori ed ex dipendenti, che hanno trovato il coraggio e la voglia di alzare la voce contro un ambiente tutt’altro che salutare.

Infatti si parla di tutto e di più. Da molestie e tentativi di abusi sessuali sul posto di lavoro a differenze salariali da far venire il mal di testa. In particolare si denuncia quella che è stata definita “frat boy culture”, ovvero atteggiamenti da confraternita.

Nonnismo e abusi da parte dei membri più anziani e potenti erano alla regola del giorno, stando alle accuse mosse dai dipendenti, che hanno deciso di cambiare le cose e fare molto, moltissimo rumore. E ad aiutarli ad aumentare l’attenzione mediatica ci hanno pensato migliaia di videogiocatori.

Proteste contro Activision Blizzard, partecipano anche i videogiocatori

Sciamando sui server di World od Warcraft, uno dei giochi più importanti e storici di Activision Blizzard, in tanti hanno deciso di protestare. E in particolare orchi, guerrieri, maghi ed elfi si sono uniti in un sit-in contro gli sviluppatori e le pratiche di cui sono accusate.

“Noi come clienti e membri di questa comunità protestiamo contro il trattamento non etico dei dipendenti di Activision Blizzard e chiediamo che apportino modifiche trasparenti”, si legge in un tweet dei partecipanti.

Leggi anche —> TRIGGERED – Mi aspetto un FIFA 22 spettacolare per giustificare EA

Leggi anche —> Videogioco di Cristiano Ronaldo supera Fortnite – VIDEO