L’Attacco dei Giganti, l’autore del manga si “scusa” per il finale

Hajime Isayama, atuore de L’Attacco dei Giganti, si scusa con tutti quei fan delusi dal finale del manga, conclusosi col capitolo 139.

attacco dei giganti finale
L’autore si scusa coi fan per il finale (foto: YouTube).

Scritto e disegnato da Hajime Isayama, L’Attacco dei Giganti ha riscosso un grandissimo successo di pubblico sin dal suo esordio nel 2009 sulla rivista giapponese Bessatsu Shōnen Magazine; edito in Italia da Plantet Manga, ha recentemente concluso la sua epica cavalcata dopo più di dieci anni.

Nonostante l’apprezzamento del pubblico (che ha portato anche alla realizzazione di un anime) e i numerosi premi vinti però, il finale della storia ha diviso i fan, con molti lettori che sono rimasti estremamente delusi da come Isayama ha deciso di chiudere le vicende. In una recente intervista, l’autore ha  deciso di “scusarsi” con questa parte di pubblico.

Leggi anche –> The Legend of Zelda Breath of the Wild 2, novità sullo sviluppo?

L’Attacco dei Giganti, Isayama si scusa per il finale

attacco dei giganti finale
Un’immagine dall’anime (foto: YouTube).

In attesa della pubblicazione su un numero speciale in Giappone dell’intervista completa (via , sono emerse le prime parole di Isayama, che a lungo si è confessato parlando a tutto tondo del manga. Parlando del finale della discordia, Isayaman ha rivelato di essere convinto di non aver espresso pienamente quanto voleva in realtà esprimere, e per questo (non per il finale in sé) si scusa col suo pubblico.

Ciò che rammarica di più l’autore è però l’aver pensato che un finale del genere avesse potuto soddisfare la totalità del pubblico. “Credevo di poter rendere tutti contenti col finale, ma forse sono stato troppo sicuro di me. Chiedo scusa a chi ne è rimasto deluso e a chi ho deluso, me che comunque mi ha supportato fino alla fine” dichiara Isayama.

Leggi anche –> Lupin – Parte 2, Netflix svela la data d’arrivo in streaming con un enigma

Per quanto l’autore possa rammaricarsi, era forse normale che il finale di un’opera così apprezzata e di così lunga durata potesse non soddisfare tutti; il caso ricorda il finale de Il Trono di Spade, a lungo fonte di dibattito fra gli spettatori.

LINK UTILI