Battlefield 2042, EA spiega il motivo delle catastrofi naturali

Battlefield 2042 ha al suo interno dei cambiamenti climatici. Ma perché? Ea si esprime in merito e fa chiarezza sul motivo che si cela dietro la scelta 

Battlefield 2042
Battlefield 2042, il motivo dei cambiamenti climatici (screenshot YouTube)

Questo tema che può essere trovato nel gioco, i cambiamenti climatici in Battlefield 2042, sono comunque in grado di suscitare molta curiosità alimentando sia la critica che il pubblico. Tutti si chiedono quindi “In che modo Electronic Arts ha intenzione di lanciare un messaggio riguardo l’importanza del tema di dei vari cambiamenti climatici?”. Rappresenta un argomento molto trattato sia in ambito politico che sociale in quanto, il futuro del pianeta, sta a cuore un po’ a tutti.

Finalmente Battlefield 2042 è diventato una realtà concreta e promette a tutti i giocatori di essere trasportati in una delle più grandi esperienze multiplayer presentate finora dalla serie. I numerosi rumor ed indiscrezioni delle scorse settimane sono state confermate, come anche il ruolo centrale ricoperto dai cambiamenti climatici nelle meccaniche di gioco all’interno dell’ultimo capitolo della saga.

Ecco perché in Battlefield 2042 “cambia il tempo”

Battlefield 2042
Battlefield 2042, il motivo dei cambiamenti climatici (screenshot YouTube)

Si tratta perciò di un setting perfetto per tutto, per ricreare la giusta esperienza ludica. Raggiunge una portata inaudita un’ambientazione del genere. È quindi “solo” per motivi di gameplay. Quindi, come è possibile vedere, tra le righe non vi è nessun messaggio riguardo il mondo reale ma solo ciò che è necessario per offrire un nuovo contesto alla serie ed introdurre meccaniche mai viste fino ad ora. Tra pochi giorni inoltre è possibile scoprire altre informazioni in quanto Battlefield 2042 è presentato all’E3 2021 in occasione della conferenza Xbox. In questo evento saranno mostrati altri dettagli riguardo il titolo in questione.

Daniel Berlin, design director del gioco, ha voluto confermare che la presenza delle calamità ambientali non ha altro che scopi videoludici. Ecco le parole di Berlin nel momento in cui gli è stato chiesto quali siano stati i motivi riguardo l’inserimento di queste meccaniche nel titolo: “È in assoluto un gioco puramente multiplayer per noi. La ragione per cui abbiamo deciso di seguire questa strada è quella che potessimo creare una narrativa di questo mondo vista dagli occhi dei No-Pats”. Pertanto si capisce come l’intenzione sia proprio quella di voler raggiungere maggior spettacolarità e far accadere molti eventi di enorme portata a livello atmosferico.

Leggi anche -> The Elder Scrolls Online Blackwood, il gameplay di lancio – VIDEO

Leggi anche -> Le parole di conforto del game director di Horizon Forbidden West

LINK UTILI

PS5 con lettore
PS5 con lettore (Screenshot YouTube)