Biomutant verrà incluso nel servizio EA Play Pro: niente Game Pass

Il prossimo titolo sfornato da THQ Nordic, Biomutant, verrà reso disponibile tramite il servizio per i possessori di un abbonamento EA Play in versione Pro dalla data del suo lancio. Si tratta di un fatto ufficiale, riscontrato direttamente da Origin, il servizio di delivery proprietario di EA.

biomutant ea play pro
Fonte: “Playstation”

Il titolo, quindi, sarà accessibile anche al costo di 14,99 € al mese, pagando l’abbonamento di EA Play in versione Pro. Similmente a quanto accade con Xbox Game Pass, anche EA punta a inserire i propri titoli all’interno del proprio servizio ad abbonamento.

Leggi anche –> TRIGGERED – Non vogliamo sorrisi, vogliamo l’A-Life 2.0!

Biomutant su EA Play Pro

biomutant ea play pro
Biomutant sarà incluso nel servizio di abbonamento EA Play Pro, quindi non sarà incluso nella promozione di Microsoft, poiché Pro non è incluso nel Game Pass. Fonte: “GameStop”

Nonostante i servizi di EA Play e Game Pass siano collegati, occorre fare qualche precisazione. Gli abbonati a Xbox Game Pass su PC e Game Pass Ultimate hanno accesso anche al servizio EA Play ma non alla sua versione Pro. Motivo per cui, per poter giocare a Biomutant tramite EA Play si dovrà effettuare un abbonamento a parte perché non incluso nel Game Pass. 

Leggi anche –> Presto l’annuncio del nuovo videogioco di Kojima?

Il titolo, in uscita il 25 maggio di quest’anno, è un RPG ambientato in un open world dove i mutanti hanno preso il sopravvento. Nonostante fosse scomparso dai radar dopo essere stato presentato ufficialmente da THQ Nordic nel 2017, ben 4 anni fa, ed essere stato esposto alla GamesCom alla Koelnmesse di Colonia, il progetto sembra essere giunto a compimento e, di conseguenza, sta ricevendo gli ultimi ritocchi per essere lanciato sul mercato, finalmente, alla fine di maggio.

Con ben 6 razze mutanti giocabili differenti, che modificheranno sensibilmente l’approccio al gioco, saremo infine pronti ad esplorare le lande desolate science fantasy del progetto degli sviluppatori di Darksiders. Alleghiamo in calce all’articolo un video che illustra uno stralcio di gameplay e anche l’interessante editor del personaggio basato sul concetto di modificare l’estetica del proprio avatar in base a 5 caratteristiche (un personaggio intelligente avrà la testa più grossa, mentre uno forzuto apparirà più muscoloso etc) ma anche nei canoni di personalizzazione più tradizionale, dove decidere l’apparenza non influisce su altri aspetti del gioco.

LINK UTILI