Cashback fuori dai fondi del Recovery: cosa può succedere adesso?

Mentre si cerca ancora di arginare il problema dei furbetti del Supercashback che strisciano la carta ripetutamente e per pochi euro ogni volta, sembra che il sistema del Cashback dovrà essere ripensato a partire dal primo luglio. Non rientra infatti tra le misure che verranno sovvenzionate con i soldi del Recovery Fund.

Cashback fuori dai fondi del Recovery cosa può succedere adesso
Cashback fuori dai fondi del Recovery cosa può succedere adesso (foto: pixabay)

Il Cashback non potrà essere sovvenzionato con i soldi del Recovery Fund e quindi adesso occorrerà trovare un sistema diverso per continuare a portarlo avanti dopo il primo luglio. Il concorso del cashback, il cui scopo finale è quello di incentivare i pagamenti elettronici per combattere il nero, ha però comunque incontrato alcune difficoltà.

In particolare, a causa dei furbetti che, per scalare la classifica e portarsi quindi a casa il premio del Supercashback ,hanno iniziato a suddividere le spese in micro transazioni da pochi euro, mandando ovviamente su tutte le furie commercianti.

Adesso, quindi, oltre a dover trovare un sistema per poter arginare il problema di chi fa decine di microtransazioni, occorrerà anche risolvere la questione economica: dato che usciranno i soldi del back?

Leggi anche –> NieR Replicant sarà un fallimento secondo l’autore Yoko Taro

Cashback e Supercashback: fuori dal Recovery Fund

Cashback fuori dai fondi del Recovery cosa può succedere adesso
Cashback fuori dai fondi del Recovery cosa può succedere adesso (foto: pixabay)

Adesso che, leggendo la proposta che il Governo Draghi deve inviare alla Commissione europea entro il prossimo 30 aprile, scopriamo che non c’è spazio per il Cashback tra i fondi del Recovery Fund, le voci sono le più disparate. C’è chi mormora che verrà semplicemente eliminato, per esempio. Anche perché, nonostante non sia stata presa nessuna decisione ufficiale al momento, se il Cashback non rientra nel Recovery Fund, il governo dovrà trovare 5 miliardi a copertura della misura.

Leggi anche –> Martin Scorsese lavora ad una serie sulle origini del cristianesim

E questi 5 miliardi dovranno uscire dai fondi nazionali. Il Cashback, però, non è mai veramente piaciuto a buona parte della classe politica, quindi l’idea che possa essere semplicemente cancellato non è stata scartata. Quello che si sa adesso, è che il programma andrà avanti fino al prossimo primo luglio, termine per il quale i fondi sono presenti.

Probabilmente da qui a luglio il Governo deciderà se proseguire con la misura di lotta all’evasione fiscale, accantonarla definitivamente o magari rivederla, anche per far fronte proprio ai furbetti che stanno trovando tutti i sistemi possibili per aumentare il numero delle transazioni.

LINK UTILI

Cashback fuori dai fondi del Recovery: cosa può succedere adesso?
Cashback fuori dai fondi del Recovery: cosa può succedere adesso? (foto: youtube)