Classici videogiochi degli anni ’80 diventano ora librogame

Un progetto che esalta i grandi videogiochi che ci hanno fatto sognare negli Anni ’80 trasformati però non in qualche stucchevole cabinato ma in una serie di librogame. Il progetto Press Start scalda i motori su Gamefound.

Una forma di intrattenimento interattivo che non sembra mai passare di moda sono i librogame e adesso grazie alla collaborazione tra Acheron e N3rdcore tornano alla ribalta mescolando la nostalgia con la creatività. La serie di librogame Press Start si ispira infatti ai cabinati degli Anni ’80 e per ora sappiamo che sarà composta da tre volumi: uno ispirato ai platform, uno molto hack-and-slash e poi un picchiaduro.

Classici videogiochi degli anni '80 diventano ora librogame
Classici videogiochi degli anni ’80 diventano ora librogame (foto: youtube)

Assolutamente contemporanea è però la scelta di affidarsi alla tecnica del crowdfunding per trasformare il progetto in realtà. Su Gamefound è stata aperta la pagina di precampagna in cui è già partito il countdown che porterà alla presentazione ufficiale. Sulla pagina dedicata alla campagna di crowdfunding è stato anche pubblicato un bel trailer di presentazione.

Videogiochi e librogame, il progetto Acheron e N3rdcore

Tra le tante influenze che ci hanno portato ad avere i videogiochi ci sono anche ai librogame. Se non li conoscete si tratta di avventure in cui ci si trova a dover fare delle scelte (e molti vengono definiti Infatti anche avventure a bivi) e in base a queste scelte si ottiene un finale. Vi suona familiare? L’ambizioso progetto firmato Acheron e N3rdcore ci sembra estremamente interessante dato che prova a trasformare in librogame le tipologie di videogiochi che la facevano da padrone negli Anni ’80, ricalcandone e riproponendone l’estetica.

Classici videogiochi degli anni '80 diventano ora librogame
Classici videogiochi degli anni ’80 diventano ora librogame (foto: Acheron N3rdcore)

Dal comunicato stampa ufficiale sappiamo che per ora ci sono tre libri: Ghasts ‘n Gremlins, Shugendo e Games of Death II. Nessuno di questi tre libri è chiaramente la trasposizione in librogame di un videogioco realmente prodotto negli Anni ’80 ma per quello che abbiamo potuto avere sottomano la sensazione è veramente meravigliosa.

Queste le sinossi dei tre titoli:

Ghasts ‘n Gremlins – Un librogame nello stile dei classici platform di combattimento a scorrimento dove il lettore controlla la valorosa principessa Priscilla, affrontando orde di mostri per salvare il suo amato cavaliere rapito dalla demoniessa Astoreth. La salute di Priscilla e i suoi poteri speciali sono racchiusi nella scintillante armatura che indossa, e durante l’avventura troverete armi sempre più efficaci, bonus segreti e misteriosi tesori nascosti nei vari livelli di gioco.

Shugendo – Un vero e proprio librogame hack-and-slash, in cui il lettore impersona il ninja Mark Hitomaro e deve fronteggiare un intero esercito di temibili avversari, membri del clan degli “Spettri”. Affronterete diverse missioni al cardiopalma divise in livelli, per condurre Mark fino al quartier generale dei nemici, con dei boss portentosi alla fine di ogni quadro.

Games of Death II – Un librogame picchiaduro per un giocatore, che impersona uno dei contendenti del più grande torneo di arti marziali del pianeta. Per concludere la partita e vincere il torneo, dovrete sconfiggere uno dopo l’altro i vari combattenti, ciascuno dotato di mosse e statistiche speciali. A disposizione diversi personaggi giocabili, ciascuno con barre di energia, potenza e fiato specifiche, colpi segreti e attacchi unici!

A collaborare al progetto ci sono nomi importanti del mondo dei fumetti e dei librogame: Samuel Marolla che lavora per Bonelli, Gabriele Simionato e Francesco Di Lazzaro il cui Le fatiche di Autolico ha ricevuto il premio come miglior librogame italiano al Lucca Comics & Games. la campagna parte ufficialmente il 29 marzo.